Viola il coprifuoco ma il giudice di pace annulla la multa, Prefettura condannata a risarcimento spese legali “coprifuoco incostituzionale”

Aveva violato il cosiddetto coprifuoco per andare a trovare la sua fidanzata ma, dopo aver fatto ricorso, ha ottenuto sia l’annullamento della multa che il risarcimento delle spese legali:

Come riporta Il Resto del Carlino, protagonista della vicenda è un giovane di Macerata, multato con una sanzione di 533 euro (373 in caso di pagamento entro cinque giorni) poiché accusato di aver violato il coprifuoco. Uno studente al secondo anno di giurisprudenza, amico, del ragazzo multato, ha presentato il ricorso al Giudice di Pace di Macerata che ha deciso di applicare l’annullamento. Non solo:

La locale prefettura è stata condannata a risarcire le spese legali dell’atto processuale. Il giovane studente di giurisprudenza ha definito “incostituzionale disporre un coprifuoco attraverso un decreto del presidente del consiglio dei ministri, che è un atto amministrativo gerarchicamente inferiore alla legge, e lo sarebbe anche se fosse disposto con un atto avente forza di legge”.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.