Vaccino, c’è chi parla già di “terza dose” in autunno

Mentre in Italia è ancora in corso la campagna vaccinale più imponente degli ultimi anni, nel mondo si comincia già a parlare di un possibile terzo richiamo per il vaccino anti-Sars-CoV-2:

Tra i sostenitori dell’ipotesi, secondo quanto riportato da Cnbc, vi è l’amministratore delegato di Pfizer che ha riferito che le persone avranno «probabilmente» bisogno di una terza dose del vaccino contro il coronavirus entro i 12 mesi dalle prime due. «Noi stiamo programmando di aumentare drasticamente le forniture di vaccini in Europa nelle prossime settimane – ha poi chiarito in un’intervista a Il Corriere -. In questo trimestre consegneremo oltre quattro volte in più rispetto al primo trimestre: 250 milioni di dosi, dopo averne date 62 fino a marzo. E siamo in discussioni per fare di più». Anche in Italia si parla di una possibile terza dose che potrebbe essere già distribuita in estate, dove il Presidente della Società Italiana di Virologia sottolinea che “dobbiamo pensarci adesso, subito, e organizzarci di conseguenza. Non possiamo farci trovare impreparati come è successo l’autunno scorso con l’influenza, quando volevamo i vaccini e non li avevamo”. Si è discusso di terza dose anche nel corso di un approfondimento televisivo. Link video:

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.