Uscita dall’Unione Europea: garantiti i diritti degli italiani in Regno Unito

Il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte sembra abbia ricevuto garanzie sui diritti dei cittadini italiani in Regno Unito dopo la Brexit:

Conte ha incontrato il premier britannico Boris Johnson durante l’evento di lancio al Science Museum di Londra della CoP26: la conferenza Onu sul clima in programma nel 2020 sotto la presidenza del Regno Unito e con la partnership italiana. Per il Premier italiano è stata anche un’occasione per incontrare i vertici dell’ex Ilva di Taranto – Mittal – e scambiare alcune battute con il suo collega britannico.  “A Londra insieme al Primo Ministro Boris Johnson ho avuto il piacere di lanciare #COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, presieduta quest’anno dalla Gran Bretagna in partenariato con l’Italia. Dalla collaborazione tra i nostri due Paesi, fondata su solidi vincoli di amicizia, sono convinto si svilupperà una proficua intesa, per fare della Conferenza di Glasgow di quest’anno una tappa fondamentale nella lotta ai cambiamenti climatici” – ha sottolineato Conte sui social, aggiungendo che: “Cruciale sarà il contributo dei giovani. L’Italia si è battuta per un loro coinvolgimento. Oltre alla conferenza preparatoria (Pre-Cop), ospiteremo in autunno, a Milano, la “Youth for the Cop”, evento che richiamerà nel nostro Paese giovani da tutto il mondo, desiderosi di fare sentire la propria voce, incidendo attivamente nei processi decisionali”.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.