USA, attore condannato: “finse di essere vittima di un’aggressione omofoba e razzista, 3000 ore di indagini inutili”

L’attore statunitense Jussie Smollett è stato dichiarato colpevole di 5 accuse su 6 durante il suo processo per mistificazione per crimini d’odio. Lo conferma anche FoxNews che rende noto quanto segue:

Dopo una settimana controversa di testimonianze, argomentazioni legali e deliberazioni, la giuria ha dichiarato Smollett colpevole dei primi cinque capi d’accusa mentre il giovane attore è stato assolto dal sesto capo di imputazione per aver mentito a un detective settimane dopo che Smollett ha dichiarato di essere stato attaccato da un gruppo di persone “omofobe” e “razziste“, definite sostenitrici dell’ex Presidente Donald Trump. Gli uomini responsabili dell’aggressione hanno poi dichiarato di essere stati pagati dall’attore stesso per simulare un’aggressione, cosicché Smollett è stato indagato dalla polizia per aver reso falsa testimonianza. Smollett – riportano i media americani – è apparso stoico mentre la giuria leggeva il verdetto. L’attore sarebbe rimasto seduto in posizione eretta guardando dritto davanti a sé il giudice senza mostrare alcuna emozione esteriore. Il giudice Linn ha ordinato un’indagine pre-sentenza e gli avvocati si incontreranno tramite teleconferenza per determinare una data per le mozioni pre-sentenza. Il 39enne è stato accusato di sei capi di condotta disordinata relativi a false dichiarazioni agli agenti di polizia di Chicago su un crimine d’odio del 2019 contro di lui:

Nel 2019, infatti, Smollett dichiarò di essere stato aggredito per il colore della sua pelle e per il suo orientamento sessuale (l’attore è dichiaratamente omosessuale e sostenitore della causa per i diritti LGBT). È stato riconosciuto colpevole di aver detto a un agente di polizia di essere stato vittima di un crimine d’odio, di aver detto a un agente di essere stato vittima di un’aggressione fisica e di aver detto ad un detective di essere stato vittima di un crimine di odio. L’attore aveva inizialmente dichiarato che due aggressori gli avevano messo una corda intorno al collo e di essere stato bagnato con della candeggina. Dopo il verdetto di colpevolezza, il procuratore speciale Dan Webb si è rivolto ai media e ha detto ai giornalisti che il suo messaggio alla giuria era che Smollett “ha simulato un crimine d’odio e poi ha mentito alla polizia al riguardo e poi ha aggravato i suoi crimini mentendo alla giuria durante il corso di questo processo e insultando la loro intelligenza”. “Con il clamoroso verdetto che abbiamo appena ricevuto da questa giuria dopo un giorno di deliberazioni in cui hanno giudicato il signor Smollett colpevole praticamente di tutte le accuse di aver fatto esattamente ciò che abbiamo detto che ha fatto:

L’attore all’uscita dal Tribunale

Denunciare un crimine falso al dipartimento di polizia di Chicago spacciandolo come un crimine reale. Secondo le accuse, l’attore avrebbe impegnato “26 agenti di polizia di Chicago che hanno trascorso 3000 ore per le indagini, costando alla città ben oltre 100.000 dollari per un crimine falso che non si è mai verificato“. Ha aggiunto il pubblico ministero: “E, tra l’altro, un crimine falso che denigra ciò che è un vero crimine d’odio. E per usare questi significati e simboli che sono così aberranti nella nostra società è chiaro perché la polizia lo prenderebbe sul serio. E lo hanno fatto .” Ha parlato di investigatori che ricordano “di lavorare 36 ore senza dormire, così come altri agenti di polizia perché hanno dovuto arrancare attraverso queste comunità e ottenere campanelli con queste telecamere, e il lavoro che hanno svolto è stato straordinario.

“Così avevo detto alla giuria che quello che è successo qui era così sbagliato per il dipartimento di polizia di Chicago e, a proposito, forse il dipartimento di polizia di Chicago non è perfetto. Ma ti dirò questo: quello che hanno fatto in questo caso è stato straordinario lavoro di polizia, e il fatto che questa giuria lo abbia condannato praticamente per tutti i capi si basava sulla testimonianza degli agenti di polizia di Chicago e dei due fratelli Osundairo. E credo che sia una conferma completa di tutto ciò che il dipartimento di polizia di Chicago ha fatto per indagare a fondo e coscienziosamente su questo caso .” Anche Gloria Rodriguez, l’avvocato dei fratelli Osundairo, ha parlato alla stampa dall’atrio del tribunale giovedì sera e ha affermato che i suoi clienti “non potrebbero essere più entusiasti” del verdetto di colpevolezza, assolvendo i loro nomi che secondo lei sono stati “trascinati nel fango“.

Osundairo ha testimoniato di non essere gay e la loro relazione non era di natura sessuale. In precedenza aveva anche affermato di non aver venduto droghe a Smollett, ma di averle semplicemente acquistate per lui. Le accuse sono reati di classe 4 che comportano anche una pena detentiva fino a tre anni, ma gli esperti hanno affermato che Smollett sarebbe probabilmente posto in libertà vigilata e ordinato di svolgere un servizio alla comunità se condannato. L’avvocato di Smollett, Nenye Uche, ha dichiarato giovedì, dopo la conclusione del processo, che Smollett farà ricorso contro i verdetti di colpevolezza dell’attore. Ha detto che la squadra di Smollett è fiduciosa che “verrà scagionato da tutte le accuse su tutte le accuse. Il verdetto è incoerente”, ha detto. “Non puoi dire che Jussie sta mentendo e dire che Jussie non sta mentendo per lo stesso identico incidente.” Link video:

Fonte: https://www.foxnews.com/entertainment/jussie-smollett-verdict-alleged-hate-crime-hoax-trial

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.