Tumori, addio colonscopia: ospedale italiano utilizza pillola non invasiva. Ecco come funziona

A prima vista potrebbe sembrare uno scherzo di cattivo gusto e in un periodo storico dove le fake news la fanno da padrone è chiaro che occorre sempre prestare alle fonti di una notizia a dir poco sensazionale come quella che abbiamo riportato qui:

La colonscopia sarà presto un lontano ricordo a Ravenna: come riporta anche Il Resto del Carlino con un articolo diffuso nell’edizione online, infatti, la nuova invenzione scientifica si chiama ‘videocapsula endoscopica’. È grande quanto un antibiotico ma è un concentrato di tecnologia. Basta inghiottirla e porta due telecamere micronizzate nel corpo del paziente registrando per ore ciò che ‘vede’ e inviandolo a un registratore in digitale. I dati raccolti verranno poi trasferiti a un computer e analizzati.

Nel reparto di gastroenterologia lo scorso anno sono state inoltre eseguite circa 9.500 endoscopie, di cui circa 2.200 di screening; circa 7mila gastroscopie e circa 1000 endoscopie operative avanzate. I ricoveri sono stati 1.095 in particolare per emorragie digestive, malattie delle vie biliari, pancreatiti acute, cirrosi epatiche, patologie infiammatorie croniche intestinali e tumori dell’apparato gastrico. Visite ambulatoriali: oltre 7.000 di cui 1.200 da parte dell’ambulatorio specialistico Mici e 500 per cirrosi epatica. Per quanto riguarda la dietetica sono state oltre 3.000 visite a Cup più circa 6.000 per pazienti seguiti; 1.200 i pazienti seguiti con nutrizione artificiale a domicilio o presso strutture.

Il reparto è inoltre centro regionale per l’ecografia addominale con mezzo di contrasto, e ha 14 posti letto tutti in stanze singole o massimo a 2 letti. I medici sono 17 compreso il primario. Gli infermieri: 19 in endoscopia, compresa una coordinatrice (caposala), più 18 in reparto degenza compresa una coordinatrice. A Ravenna la Gastroenterologia collabora con il Sert, in un ambulatorio congiunto, per seguire i pazienti con cirrosi epatiche e per accompagnarli, ove si renda necessario, al trapianto. Questa collaborazione è un ‘unicum’ in Italia.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news). Della videocapsula endoscopica ne aveva anche parlato il Tg2 nel 2015: