Tre prostitute uccise a pugnalate a Roma, fermato presunto killer

fonte foto embed: Rai

Un pregiudicato romano di 51 anni, è stato fermato e portato al carcere di Regina Coeli dopo un lungo interrogatorio (pare sia durato oltre sette ore) negli uffici della questura, con l’accusa di essere l’autore dei delitti delle tre prostitute, tutte uccise a pugnalate:

FQ

Stando a quanto si apprende, per gli investigatori, oltre alle testimonianze, si sarebbe rivelato decisivo l’intervento della sorella che ha segnalato l’uomo dopo che lo stesso era tornato a casa con i vestiti sporchi di sangue e averle raccontato di aver compiuto qualcosa di grave. Alla luce di questa comunicazione e conoscendo le “frequentazioni” del 51enne, la familiare ha allertato le forze dell’ordine. Dal passato dell’indagato sarebbero intanto emerse varie indagini legate alla criminalità organizzata, in particolare al clan di stampo camorristico dei Senese, e un’accusa di violenza sessuale. Prima della segnalazione le indagini della Procura si erano concentrate sulla chat di una piattaforma per incontri, che l’omicida potrebbe aver utilizzato per fissare i suoi appuntamenti con le vittime. Link video:

Omicidi Prati, rose bianche e stesso bigliettino per le tre prostitute uccise a Roma – link video:

Triplice omicidio a Prati, un vicino: “Le escort avevano istallato una telecamera sulla finestra” – link video:

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.