Trovano topo nell’insalata confezionata, terapia antibiotica per una coppia

Dopo averne consumato una prima parte avevano deciso di mangiarne ancora ritrovandosi davanti ad un topo morto. E’ la disavventura avvenuta ad una coppia ligure mentre questa era impegnata a consumare dell‘insalata. Oltre allo shock per il ritrovamento, è prevalsa la paura di aver contratto anche un’infezione nel mangiare la verdura al cui interno, forse da giorni, c’era l’animale senza vita. I due coniugi sono stati immediatamente sottoposti ad una cura di antibiotici per evitare brutte sorprese, ma la paura c’è ancora. La coppia è stata immediatamente sottoposta agli esami del caso. Nei prossimi giorni, la coppia ligure dovrà continuare a prendere gli antibiotici.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).

Stando ad una prima ricostruzione, la coppia avrebbe acquistato un classico pacchetto di insalata al supermercato e un un piccolo roditore (probabilmente un topo di campagna), si era posizionato in fondo alla busta. Dopo l’amara scoperta, i due si sono subito rivolti subito al medico di base e successivamente alla Asl, e per precauzione sono stati sottoposti ad una profilassi di antibiotici, per evitare l’insorgere di infezioni o altre malattie gravi. Il topo è stato quindi inviato ai laboratori Arpal per essere analizzato, e nel contempo è stata allertata la ditta che ha impacchettato e distribuito l’insalata fresca, un’azienda con sede nel bergamasco.  Saranno il medico di base e la Asl a stabilire fino a quando la coppia dovrà seguire la profilassi di antibiotici. Sul caso, naturalmente, è stata aperta un’inchiesta per stabilire di chi sia la responsabilità e, soprattutto, per capire come sia finito il topo morto all’interno della busta dell’insalata (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Ritirate anche le altre confezioni: «Abbiamo ricevuto le due persone, ci hanno portato la busta dell’insalata con il topo ritrovato all’interno. Abbiamo così attivato le procedure del caso», ha spiegato a IlSecoloXIX, Paolo Cavagnaro, direttore sanitario della Asl 3. Subito sono scattati i controlli nell’azienda bergamasca, mentre il supermercato dove è stata acquistata la busta di insalata ha ben pensato per precauzione di ritirare dagli scaffali tutte le confezioni della stessa marca e dello stesso lotto, evitando quindi l’insorgere di casi simili. «Abbiamo avvisato anche gli uffici regionali di competenza – ha proseguito Paolo Cavagnaro – il prodotto era comunque scaduto, non c’è stato bisogno di diramare un’allerta». La foto diffusa online: