Terapia domiciliare tempestiva c’è ma gruppo di medici ancora in attesa di risposte dal Ministero – video conferenza stampa dal Senato della Repubblica

Sono ormai settimane che il giornalista Mario Giordano conduttore della trasmissione televisiva “Fuori dal Coro” su Rete 4 ogni martedì sera, insiste sulla possibile guarigione dal virus Covid-19 solo grazie ad una terapia basata su antiinfiammatori da assumere ai primi sintomi dell’infezione. La tesi non è partita da lui, ma da un gruppo di medici italiani che sta promuovendo un protocollo domiciliare che, a quanto sostengono, sarebbe capace di prevenire mediamente i sintomi gravi da Covid attraverso mirate terapie tempestive:

E’ una vera battaglia che Giordano ha intrapreso con il medico di famiglia Andrea Mangiagalli di Pioltello, comune facente parte dell’hinterland est di Milano. Il dottor Mangiagalli, ospite della trasmissione, sostiene che la terapia giusta consisterebbe sull’utilizzo di alcuni medicinali ccomunemente già disponibili sul mercato. La cura, che sarebbe possibile effettuare in casa, aiuterebbe i pazienti ad evitare l’ospedalizzazione e quindi anche tanti decessi. Purtroppo, secondo il protocollo emesso dal Ministero della Salute, i medici italiani ai propri pazienti possono – al momento – prescrivere solo tachipirina e poi, niente, c’è l’ormai famosa “vigile attesa” nelle prime 72 ore dai sintomi. Nonostante questo, il gruppo di medici non si arrende:

Il dottor Mangiagalli, è stato il primo che assieme ad alcuni colleghi, ha collaborato con l’avv. Erich Grimaldi, del Foro di Napoli, il quale ha dato vita ad un comitato nato per chiedere la “terapia domiciliare tempestiva” del covid19 in tutta Italia e fornire supporto e informazioni cliniche ai cittadini mettendo a punto un protocollo di cure domiciliare in assenza di direttive specifiche. L’avvocato Grimaldi il 14 marzo 2020 ha creato il gruppo Facebook #esercitobianco a sostegno di medici ed infermieri in modo da poter creare un dialogo tra la medicina territoriale di tutte le regioni italiane. Il 19 aprile 2020, l’avvocato ha aperto un altro gruppo Facebook denominato #terapiadomiciliarecovid19 in ogni regione, con importanti confronti tra i medici dei territori sulle terapie domiciliari precoci per la cura del paziente Covid. L’auspicio, dunque, è che il lavoro di questi medici possa essere sottoposto a verifiche da parte dal Ministero. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad una conferenza stampa svoltasi in Senato:

Fonti:

https://www.ilgiorno.it/notizie/unannodicovid/covid-cure-casa-1.6034573

https://www.terapiadomiciliarecovid19.org/

https://fb.watch/4Fk2AmuN7f/

 

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.