Surfista salvato dopo aver trascorso 18 ore in mare. Trovato ipotermico, il 53enne è stato portato in ospedale, ma la sua vita non è in pericolo.

Intorno alle 15:30 di sabato, i soccorritori dell’SNSM sono stati avvertiti da un gruppo di windsurfisti della scomparsa di uno dei loro membri al largo di Gruissan, vicino a Narbonne, in Aude, Francia:

Per ritrovare il cinquantenne, l’organizzazione di volontariato francese l’SNSM (Société Nationale de Sauvetage en Mer) è stata affiancata dalla gendarmeria marittima, Marina Militare Nazionale, vigili del fuoco, Sicurezza Civile, due aerei e due elicotteri. Nonostante queste enormi risorse dispiegate, il windsurf non è stato localizzato fino al calar della notte e la ricerca è stata sospesa fino a domenica mattina, alle 6:45. “Quando ci siamo separati, gli sguardi erano tristi. La speranza di trovare vivo il windsurfista scomparso era così esigua ”, confida l’SNSM. Intorno alle 9 di domenica mattina, un aereo di pattuglia ha localizzato il windsurfista recuperato pochi minuti dopo “vivo e cosciente”. In uno stato di ipotermia, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. la vittima è stata assistita all’ospedale di Narbonne. “Sta bene. Salutiamo tutti qui questo guerriero di eccezionale forza mentale! Ha saputo aspettare il miracolo ”, conclude l’SNSM.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.