Si spaccia per infermiera professionale e intasca il denaro pagato dai pazienti. Denunciata 23enne nel Piacentino

Si spacciava per infermiera professionale ma la sua laurea era falsa. E’ stata, quindi denunciata dai carabinieri di Cortemaggiore, nel Piacentino, una 23enne per esercizio abusivo di professione sanitaria, falsità materiale commessa da privato, accesso abusivo ad un sistema informatico, furto aggravato e truffa.

La giovane donna si era fatta assumere in un poliambulatorio come infermiera professionale utilizzando credenziali del titolare della struttura poliambulatorio e avrebbe anche rilasciato fatture che cancellava subito dal sistema informatico per intascare il denaro versato dai pazienti.

A scoprire la truffa è stato il titolare del poliambulatorio quando si è reso conto che la 23enne non era iscritta all’albo e che non aveva frequentato nessun ciclo di studi universitari. Inoltre la truffatrice aveva eliminato 99 fatture emesse e per la quasi totalità pagate in contanti per un importo circa 6.500 euro.

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.