Scuole: Governo vuole riaprirle al 100%, Presidi chiedono abolizione distanza di 1 metro

“Gli spazi a scuola sono quelli che sono. Quindi a settembre se si vorrà tornare con tutti gli studenti si dovrà abolire il limite del metro per il distanziamento, altrimenti non si riuscirà a tornare al 100%“, ha detto il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, in un’intervista a InBlu2000:

Giannelli aggiunge come la scelta di far tornare in classe i ragazzi a cinque settimane dalle fine dell’anno scolastico sia «una scelta politica che si effettua tenendo presente i pro e contro» e «ha un valore simbolico. Tutti noi speriamo che per settembre si riesca a raggiungere l’immunità di gregge». A Rai Radio1 è intervenuto sull’argomento Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’ANCI:

“Ieri abbiamo fatto una sorta di cabina di regia con le Regioni, i Comuni e le Province per ascoltare anche la voce del territorio. Per esempio, per quel che riguarda le scuole, abbiamo chiesto di evitare, come è successo nel passato, di partire in una certa maniera e poi accorgerci che c’erano problemi sui trasporti e fare retromarcia” – osservazioni più critiche, invece, dal CRM:

“L’aver cambiato in Consiglio dei ministri un accordo siglato dalla Conferenza delle Regioni con i Comuni tramite Anci e con le provincie tramite Upi” sulla presenza di studenti a scuola è “un precedente molto grave che ha “incrinato la reale collaborazione tra Stato e Regioni”, ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga intervenendo a Radio KissKiss, sostenendo che gli accordi si possono cambiare ma “riconvocando chi quegli accordi li ha presi”. A RTL 102.5, la ministra degli Affari Regionali, Mariastella Gelmini, spiega quanto accaduto:

“Nessuna marcia indietro, il governo vuole riaprire le scuole, lo farà e tende al 100 per 100 della presenza di studenti, ma c’è un problema che riguarda i trasporti e che il governo precedente ha un po’ dimenticato”. E poi: “Noi abbiamo attivato un tavolo con il ministro Giovannini, Regioni ed Enti locali. Si parte dal 60%, ci saranno punte del 75%, qualcuno lo farà al 100%, quell’obiettivo lo raggiungeremo progressivamente”. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un servizio televisivo:

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.