Scienziati israeliani: “cura contro il cancro di alcune settimane e senza grossi effetti collaterali entro un anno”

Un’azienda farmaceutica israeliana afferma che avrà una “cura completa per il cancro” entro il prossimo anno. L’azienda è Accelerated Evolution Biotechnologies (AEBi), e sulla base delle affermazioni del suo presidente del consiglio di amministrazione Dan Aridor, il trattamento su cui sta lavorando suona a dir poco rivoluzionario.

“La nostra cura del cancro sarà efficace sin dal primo giorno, durerà una durata di alcune settimane e avrà effetti collaterali minimi o nulli ad un costo molto inferiore rispetto alla maggior parte degli altri trattamenti sul mercato“, ha dichiarato Aridor  al  Jerusalem Post . “La nostra soluzione sarà sia generica che personale.”  Secondo The Jerusalem Post , la cura del cancro di AEBi si chiama MuTaTo, che significa “tossina multiobiettivo“. Attacca le cellule tumorali con diversi peptidi – composti che comprendono catene di amminoacidi – contemporaneamente, e questo attacco su più fronti è la chiave per l’efficacia del trattamento, dice la compagnia.

“Ci siamo assicurati che il trattamento non fosse influenzato da mutazioni; Le cellule tumorali possono mutare in modo tale da far cadere i recettori mirati dal cancro “, ha detto il CEO di AEBi Ilan Morad al Post . “La probabilità di avere più mutazioni che modificherebbe tutti i recettori mirati diminuisce contemporaneamente drammaticamente con il numero di bersagli utilizzati.” “Invece di attaccare i recettori uno alla volta, attacchiamo i recettori tre alla volta”, ha continuato. “Nemmeno il cancro può mutare tre recettori contemporaneamente.” 

Morad afferma nel post  che l’AEBi ha usato il suo trattamento contro il cancro per inibire la crescita delle cellule tumorali umane nei topi senza compromettere le cellule sane degli animali. L’azienda ha anche completato diversi studi in vitro e inizierà presto le sperimentazioni cliniche, secondo Morad. Questi potrebbero concludersi entro pochi anni, ha dichiarato il CEO di AEBi, dopo di che il trattamento potrebbe essere disponibile in casi specifici. Si tratta di molte affermazioni, ma l’ articolo di Post non menziona l’esistenza di una ricerca sottoposta a peer review che potrebbe supportarle. Chiaramente, il tipo di trattamento che AEBi sta proponendo sarebbe straordinario – dopo tutto, il cancro è la seconda causa di morte più comune in tutto il mondo. Ma riserveremo la nostra eccitazione fino a dopo che la cura del cancro di questa azienda farmaceutica resisterà al controllo della comunità scientifica.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).