Scambiato per un ladro viene legato e preso a bastonate. Arrestati due tunisini

Un episodio alquanto angosciante quello avvenuto la sera del 22 luglio scorso in un cantiere edile a Castenaso nel bolognese. Due tunisini di 35 e 37 anni ubriachi, si erano rifugiati nel container del cantiere dove avevano lavorato fino a qualche giorno, in quanto poi erano stati licenziati. Mentre dormivano hanno sentito dei rumori, pensando fossero dei ladri hanno aggredito uno dei due uomini che erano entrati nel cantiere e dopo averlo legato mani e piedi con del filo di ferro, hanno tentato di soffocarlo e poi lo hanno picchiato e preso a bastonate. In realtà la vittima era un operaio 34enne che, insieme al datore di lavoro si era recato nel cantiere per recuperare degli attrezzi. Il datore di lavoro era riuscito a scappare e a dare l’allarme.

Sul posto sono giunti i Carabinieri e i sanitari del 118 che hanno preso in cura l’operaio trovato privo di sensi. I due aggressori, che nel frattempo si erano allontanati dal paese, sono stati ritrovati giorni dopo a Verona e arrestati. Devono rispondere di tentato omicidio in concorso.

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.