Sbarchi, nave ONG tedesca raggiunge l’Italia con 133 vite umane

“In totale 3 soccorsi sono state salvate 133 vite umane. I salvati hanno trascorso la loro prima notte su #ALANKURDI. Nessuna autorità risponde alle richieste del capitano. Nessuna risposta da Libia, Italia, Malta o Germania” – rendevano noto dalla ONG Sea Eye, poi la novità:

La nave AlanKurdi della ong tedesca ha raggiunto l’isola di Lampedusa con i 133 migranti soccorsi in tre diversi interventi: 62 sono minori e famiglie. Il bambino più piccolo ha 5 mesi. “Hanno particolarmente bisogno di protezione, devono essere evacuate rapidamente e non devono diventare oggetto di negoziazione tra i paesi dell’Ue”, dice il responsabile della nave Gordon Isler. Le autorità italiane non sembra si siano opposte allo sbarco.  Nel frattempo – riportano fonti giornalistiche telematichesono già 600 le persone dentro l’hotspot di Lampedusa dopo l’ultimo approdo di un altro barchino sull’isola. Anche in questo caso si tratta di persone di origine tunisina. Link video delle operazioni della ONG tedesca:

ALAN KURDI rescues 133 people from 3 boats

🟠 Update: In insgesamt 3 Rettungen wurden 133 Menschenleben gerettet. Die Geretteten verbrachten ihre erste Nacht auf der #ALANKURDI. Keine Behörde antwortet auf Anfragen des Kapitäns. Keine Antworten aus Libyen, Italien, Malta oder Deutschland. Unterstützen Sie unser Engagement auf sea-eye.org/lebenretten———–🟠 Update: In a total of 3 rescues 133 lives were saved. The rescued spent their first night on our ship #ALANKURDI. No authority is responding to the captain's requests. No answers from Libya, Italy, Malta or Germany. Support our engagement on sea-eye.org/en/donate

Pubblicato da sea-eye su Domenica 20 settembre 2020

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.