Satelliti 5G, spese per i Ministeri e riduzione contanti tra le proposte da finanziare con il Recovery Fund – video

Ammonterebbe a 557 il numero dei progetti proposti per il finanziamento mediante il cosiddetto Recovery Fund. Il piano italiano, in fase di elaborazione, dovrà essere consegnato a Bruxelles all’inizio dell’anno prossimo. Tra i vari progetti proposti, spiccano alcuni piuttosto particolari e che stanno facendo molto discutere:

Tra i progetti che il Governo avrebbe proposto all’Unione Europea, infatti, anche quello di una costellazione di piccoli satelliti per il monitoraggio dello spazio extra atmosferico che dovrebbe sfruttare la tecnologia 5G.  Diversi progetti riguarderebbero l’ammodernamento di alcune strumentazioni dei Ministeri mentre il piano cashless proposto dal MEF prevederebbe la “Realizzazione di un piano nazionale avente l’obiettivo di accompagnare la transizione verso una cashless community attraverso meccanismi di incentivo all’utilizzo di mezzi di pagamento elettronici sia per i consumatori che per gli esercenti, collegandola all’infrastruttura digitale per le certificazioni fiscali (fatture elettorniche e corrispettivi telematici), favorendo la precompilazione delle dichiarazioni fiscali e la pre-determinazione dei versamenti dovuti. La digitalizzazione dei pagamenti comporta inoltre effetti benefici in termini di sicurezza (meno contante, meno reati socialmente odiosi), igiene (particolarmente rilevante in questa fase), lotta all’ evasione. Di contro, saranno necessari investimenti per aumentare il livello di sicurezza cibernetica”, si legge. Una testata giornalistica ha diffuso online il documento in formato .pdf con l’elenco di tutti i progetti:

https://www.key4biz.it/wp-content/uploads/2020/09/Elenco_progetti_Recovery_fund_1.pdf

Sul web, non mancano anche critiche ed osservazioni originali nei confronti delle spese che il Governo italiano potrebbe intraprendere con il consenso dell’Europa. Link video:

 

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.