Ricercatori: “coronavirus pul sopravvivere sugli oggetti” ma c’è un modo per debellarlo

Il coronavirus potrebbe resistere sugli oggetti, i particolare su materiali di specifiche tipologie. Lo rendono noto le testate giornalistiche italiane che fanno riferimento a ricerche scientifiche estere:

l’annuncio prende in considerazione uno studio pubblicato sul “Journal of Hospital Infection” e curato dai ricercatori della University Medicine Greifswald, in Germania. Nella loro ricerca, gli esperti hanno preso in esame 22 studi e sono arrivati a sostenere che i coronavirus umani, proprio come quello della sindrome respiratoria acuta grave (Sars), della sindrome respiratoria del Medio Oriente (Mers) o i coronavirus umani endemici (HCoV), siano capaci di resistere su materiali come metallo, vetro o plastica fino a 9 giorni in condizione di temperatura ambiente. C’è però una buona notizia:

le varie tipologie di coronavirus possono essere debellate in modo efficiente nel giro di qualche minuto, utilizzando del comune alcol etilico (etanolo al 62-71%), dell’acqua ossigenata (perossido di idrogeno allo 0,5%) o in alternativa della candeggina (ipoclorito di sodio allo 0,1%). “Sono stati analizzati diversi coronavirus e i risultati erano tutti simili”, hanno concluso i ricercatori tedeschi. Fonte:

https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2020/02/10/coronavirus-sopravvivenza.html

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.