Renzi presenta Italia Viva e spiega le motivazioni del nuovo partito, ecco chi lascia il PD per seguirlo – video

Incertezza nel PD dopo la drastica decisione di Matteo Renzi di fondare Italia Viva portandosi con se ben 13 senatori dem e scombinando gli equilibri già non facili di palazzo Madama:

“Nel momento in cui prendiamo l’impegno di garantire che la legislatura arrivi almeno fino all’elezione del Presidente della Repubblica, nel 2022, noi non faremo quelli che fanno il controcanto quotidiano”, assicura ai microfoni di Rai Radio3, Matteo Renzi che conferma l’intenzione di presentare il simbolo di Italia Viva alla Leopolda. “Non sarò io a partecipare ai tavoli – aggiunge – ma ci sarà il segretario o il leader, lo decideranno nei prossimi giorni. Ma se la mia presenza è considerata ingombrante, si sappia che non ho fatto questa operazione per sedermi attorno a un tavolo”. Molteplici sono coloro che lasciano il PD a favore dell’iniziativa renziana:

Lasciano, infatti, il Pd l’attuale ministro per le politiche agricole Teresa Bellanova che diventa capo delegazione dei renziani al governo e che da senatore era in Commissione Industria. In Commissione Finanze, invece, i renziani che lasciano il PD sono tre: Francesco Bonifazi, Eugenio Comincini, Leonardo Grimani. Il parlamentare sardo Giuseppe Cucca è componente della Commissione Giustizia, mentre Davide Faraone è agli Affari Costituzionali. Le altre new entry sono: Nadia Ginetti che è alle Politiche per l’Unione europea (XIV commissione); Ernesto Magorno in Commissione Agricoltura; Laura Garavini, vicepresidente della Difesa; il piemontese Mauro Maria Marino, uomo ‘chiave’ nell’iter delle leggi di bilancio a Palazzo Madama, è invece il vicepresidente della commissione Bilancio; Daniela Sbrollini, componente della commissione Agricoltura e della bicamerale sulle Questioni regionali;  Valeria Sudano membro sia dell’Ambiente che dell’Antimafia. Dalle file dei forzisti arriva poi Donatella Conzatti, esponente della Commissione Finanze e di quella contro il Femminicidio. E Maria Elena Boschi? L’ex ministra e sottosegretaria è tra le ultime a lasciare la casa del ‘conclave’ renziano, insieme a Luigi Marattin, nome in corsa per la direzione del gruppo a Montecitorio di ‘Italia Viva’: “Abbiamo festeggiato il compleanno di Lucia Annibali, taglia l’ex ministra dem.

Secondo un sondaggio Ixè realizzato per la trasmissione Cartabianca, il nuovo partito di Renzi potrebbe già contare su un bacino di partenza del 3,8%. Secondo lo stesso sondaggio – attualmente – il M5S sarebbe bloccato poco sotto il 22% mentre si registrerebbe un significativo calo della Lega di Salvini, che, secondo il sondaggio, sarebbe scesa per la prima volta dopo mesi sotto il 30%. Nonostante le rassicurazioni di Renzi sul Governo che durerà “sino al 2022“, sempre secondo il sondaggio, il 32 per cento degli intervistati è convinto che la fondazione del nuovo partito indebolirà il governo Conte 2. Il video della puntata di Porta a Porta:

Matteo Renzi ospite a Porta a Porta

Buongiorno. Ecco la puntata di Porta a Porta di ieri. Contento dell’ottima audience e dei vostri commenti. Viva l’Italia viva!

Pubblicato da Matteo Renzi su Mercoledì 18 settembre 2019