Ragazze punte da siringhe in discoteca, aumentano le segnalazioni in Spagna e in altri paesi europei

Aumentano le denunce di ragazze vittime di punture da siringa avvenute in discoteche e locali notturni della Catalogna:

Stando a quanto riportato dalla stampa spagnola, le giovani donne verrebbero punte da criminali con l’obiettivo di essere sottomesse. Dopo aver denunciato molteplici casi in Catalogna, la vita notturna di quella Comunità spinge a controllare gli ingressi alle discoteche. A Barcellona, i titolari dei locali, intimoriti dal fenomeno, hanno ordinato serrati controlli agli ingressi delle loro attività. I club stanno rafforzando la formazione del proprio personale in modo che sappiano come agire quando si verifica un caso di questo tipo al fine di garantire l’incolumità della vittima. Ma l’aspetto più sconcertante è rappresentato probabilmente dall’esito delle analisi:

Gli ospedali, finora, non hanno rilevato droghe e i test risultano negativi a qualsiasi tossina. Tra le ipotesi quelle di ragazzi provenienti dall’estero che tenterebbero solo di infastidire ed impaurire le giovani donne. Nonostante questo, alcune delle vittime hanno lamentato sintomi come amnesia e improvvisi svenimenti, effetti riconducibili ad alcune tipologie di droghe o di farmaci. In Catalogna – racconta il Pais – sono già arrivate 23 denunce ma il fenomeno si è diffuso in tutta la Spagna, con una dozzina di esposti nei Paesi Baschi, seguiti dall‘Andalusia, Castilla-La Mancha, Asturie, Cantabria e Isole Baleari. Il presidente della Generalitat Pere Aragonès ha espresso preoccupazione per l’aumento dei casi e ha invitato i cittadini a “vigilare e denunciare” di fronte ad attacchi che stanno provocando “angoscia e insicurezza“. Il giallo delle punture notturne – noto anche con il nome di Needle spiking –  era già emerso mesi fa nei club in Belgio, Francia, Regno Unito e Irlanda. Il parlamento britannico ha perfino realizzato un rapporto in cui ha analizzato l’ondata di denunce presentata da donne nell’autunno dello scorso anno, con 1.382 casi tra settembre 2021 e gennaio 2022, tra vita notturna e feste. In Francia, fino al 16 giugno sono state presentate più di 800 esposti.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.