Quando Craxi disse: “Soros squalo della Finanza distrusse la Lira italiana” – video

Che la figura dell’ex Presidente del Consiglio Bettino Craxi – poi rifugiatosi e deceduto in Tunisia – faccia discutere ancora oggi è un dato oggettivo. Ma pochi ricordano una sua affermazione che mette in gioco alcuni “fenomeni” che ancora oggi riguardano la Storia d’Italia e del mondo interno:

“Il finanziere squalo Soros fece una colossale speculazione sulla lira guadagnando una cifra colossale…grandi intrighi, grandi avventure, alle quali sono portati molto spesso i grandi gruppi finanziari” – dichiarò infatti Craxi nel corso di un’intervista.  Nella storia economica dell’Europa, il mercoledì nero è il 16 settembre 1992 quando la lira italiana e la sterlina inglese furono costrette ad uscire dallo SME, in conseguenza secondo alcuni di una speculazione finanziaria da cui ricavò profitto soprattutto il finanziere George Soros. Soros vendette sterline allo scoperto per un equivalente di più di 10 miliardi di dollari e causò una perdita di valore della lira sul dollaro del 30%, guadagnando una cifra stimata attorno agli 1,1 miliardi di dollari. Un video documenta le dichiarazioni di Craxi:

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news). Fonti esterne:

  1.  George Soros, lo speculatore (non) pentito: “Giusto l’attacco all’Italia del 1992. Noi solo messaggeri di cattive notizie”
  2. ^ LA SQUADRA DEL ‘ 92
  3. ^ Banca D’Italia. Assemblea ordinaria dei partecipanti. Tenuta in Roma il giorno 31 maggio 1993. Anno 1992. Novantanovesimo esercizio. (PDF), su bancaditalia.it.
  4. ^ I tassi di cambio storici dal 1953 con grafico, su fxtop.com. URL consultato l’8 marzo 2019.
  5. ^ Olivier Blanchard, Macroeconomics, 7th edition, pp.438-439