Pfizer-Biontech, Condacons: “cittadini hanno il diritto di vedere il contratto siglato con l’Italia”

Carlo Rienzi (Codacons)

Il contratto per la fornitura di vaccini anti-Covid all’Italia siglato con Pfizer-Biontech deve essere reso pubblico, perché i cittadini hanno diritto alla massima trasparenza su un tema che sta creando preoccupazione, disagi e ritardi sul fronte sanitario. Lo afferma il Codacons, dopo la decisione unilaterale dell’azienda farmaceutica di tagliare le forniture di vaccini dirette al nostro paese, stabilendo inoltre in piena autonomia le regioni alle quali ridurre le consegne:

“Presentiamo oggi una formale istanza d’accesso al Commissario Domenico Arcuri e al Premier Conte, affinché pubblichino tutti gli atti relativi al contratto di acquisto del vaccino anti-Covid siglato con Pfizer-Biontech – spiega il presidente Carlo Rienzi – Una istanza quella del Codacons basata sulla legge 241/90 che impone alla P.A. massima trasparenza nei confronti della collettività”. “Vogliamo vedere se la multinazionale ha, per contratto, totale libertà di scegliere quando e come consegnare i vaccini, e se vi siano clausole vessatorie a danno dei cittadini italiani che, a causa delle decisioni di Pfizer o di chi ha autorizzato un tale strapotere, subiscono ritardi nella vaccinazione e un evidente danno sul fronte della salute” – conclude Rienzi.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l’indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.