Pesca tonno rosso: multa da 2000 euro

Una multa da 2000 euro è stata emessa dalla Capitaneria di Porto di Policoro nei confronti di un un diportista intento alla pesca sportiva e ricreativa di tonno rosso nel mare diamantino di Metaponto. L’operazione dei militari rientra nell’ambito dell’attività “Mare Sicuro 2018”, a bordo di una della motovedetta di servizio.

Il tonno rosso (Thunnus thynnus (Linnaeus1758)) è un grande pesce pelagico appartenente alla famiglia Scombridae. È conosciuto anche come tonno pinna blu. Questa specie è diffusa nelle acque tropicali, subtropicali e temperate dell’Oceano Atlantico, nel mar Mediterraneo e nel mar Nero meridionale. Non frequenta acque a temperature inferiori ai 10 °C. Frequenta soprattutto le acque al largo e si avvicina alle coste solo in determinati periodi dell’anno(diversi da luogo a luogo) ed in determinati punti, di solito nei pressi di isole o promontori.

A causa della pesca intensiva è a rischio di estinzione e rientra nella lista rossa di Greenpeace, che segnala le specie marine più sensibili sconsigliandone il consumo. È necessario avere una specifica autorizzazione per la pesca del tonno rosso ed ai pescatori sportivi non è consentito catturare più di un esemplare per bordata.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).