Per Draghi “i problemi del COVID in Italia causati principalmente dai non vaccinati” – VIDEO

Il piccolo numero di italiani che rifiutano di farsi vaccinare contro il Covid-19 sono in gran parte responsabili del perdurare della crisi sanitaria. Lo ha affermato lunedì il premier italiano Mario Draghi:

La scorsa settimana il governo ha reso obbligatorie le vaccinazioni per tutti gli over 50, uno dei pochissimi paesi europei a fare un passo del genere, nel tentativo di allentare la pressione sui suoi ospedali con l’aumento dei nuovi casi. Per saperne di più “Non dobbiamo mai perdere di vista il fatto che la maggior parte dei problemi che abbiamo oggi sono dovuti al fatto che ci sono persone non vaccinate“, ha detto Draghi in una conferenza stampa. “Per l’ennesima volta invito tutti gli italiani che non sono ancora vaccinati a farlo, ea farsi il terzo colpo”. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha affermato che l’89,4% di tutte le persone di età pari o superiore a 12 anni aveva ricevuto almeno una dose di vaccino, ma i non vaccinati rappresentavano i due terzi di tutti i pazienti COVID in unità di terapia intensiva:

Gli ultimi dati pubblicati lunedì hanno mostrato che c’erano 1.606 persone in terapia intensiva con COVID, in aumento di 11 rispetto al giorno precedente, mentre il Paese ha riportato 101.762 nuovi casi e 227 decessi aggiuntivi nelle ultime 24 ore. Aumentando ulteriormente la pressione sulle persone affinché vengano vaccinate, lunedì sono entrate in vigore nuove restrizioni che vietano a coloro che non sono ancora vaccinati di entrare in bar e ristoranti o di utilizzare i mezzi pubblici. Solo coloro che si sono recentemente ripresi dal COVID-19 saranno esentati dalla nuova norma. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link alla conferenza stampa di ieri:

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.