“Non farei subito il vaccino, voglio prima vedere i dati”

“Mi è stata fatta una domanda: lei lo farebbe oggi? Oggi il vaccino non lo farei perché ci sono solo dati relativi agli annunci delle aziende e perché oggi non ci sono le conoscenze sufficienti”. Così Andrea Crisanti, direttore di microbiologia e virologia all’Università di Padova. “Quando la comunità scientifica l’avrà vagliato – ha detto Crisanti me lo faccio. Non capisco dove sia il problema. Io sono uno dei firmatari-proponenti della vaccinazione antinfluenzale, come faccio ad essere contrario a un vaccino? Questa è una autentica strumentalizzazione. Io sto dicendo che per fare un vaccino, io personalmente, voglio che sia approvato e voglio vedere i dati. Bufera nel Comitato Tecnico Scientifico che prende le distanze:

“Il primo, commentando le notizie positive sulle sperimentazioni dei nuovi antidoti anti Covid-19, dice di non fidarsi di un prodotto ancora poco testato, gli altri lo sconfessano in maniera netta.“Non c’è il timbro della scienza – dichiara al Corriere della Sera Crisanti – non sono un no-vax, ma ci vado cauto, non vorrei pentirmi. Quando uscirà la pubblicazione scientifica andrò a vaccinarmi, facendomi anche fotografare”. Il direttore della clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti è molto duro:

“Le affermazioni del professor Crisanti sul vaccino anti Covid – afferma – sono gravissime. Credo che la comunità scientifica tutta dovrebbe prendere le distanze da ciò che ha detto. Questo è il suo pensiero e si deve assumere tutte le responsabilità in un momento del genere, dove il Paese ha bisogno di essere unito”. Nel frattempo, Locatelli si dice “sconcertato” sottolineando poi i profili di sicurezza dei vaccini che verranno commercializzati a breve:

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.