Mozzarella di bufala, il M5S in difesa dei produttori onesti

La mozzarella di bufala è uno dei prodotti d’eccellenza del Made in Italy, rappresenta un prodotto di qualità, non solo relative al prodotto finito, ma per tutta l’intera filiera produttiva. Nel reportage con Giulia Innocenzi diffuso dal canale YouTube di Animal Equality Italia si sottolineano gli aspetti critici individuati in alcuni allevamenti del settore, gettando inevitabilmente ombre sul settore della produzione della mozzarella di bufala. A spezzare la lancia in difesa dei produttori onesti sono alcuni deputati pugliesi del Movimento 5 Stelle:

“Circola in rete un video dell’organizzazione Animal Equality che crea un eccessivo e generalizzato allarmismo attorno alla filiera della mozzarella di bufala, con il rischio di creare un danno pesantissimo a uno dei fiori all’occhiello del made in Italy e dell’economia del Paese, Mezzogiorno in primis. Per questo ci dispiace che questo video sia stato rilanciato anche dal blog di Beppe Grillo. Animal Equality registra alcune pratiche che evidentemente sono storture da condannare e palesi violazioni delle severissime norme che nel nostro Paese disciplinano il benessere animale negli allevamenti, la salute dei capi e quella delle persone” – lo affermano i deputati del MoVimento 5 Stelle, Galizia, Cassese e Lovecchio, in commissione Agricoltura che aggiungono:

“Saremo i primi a chiedere con forza che questi atti brutali quanto illegali vengano prontamente individuati e sanzionati, così come siamo i primi – e non da oggi – a pretendere una macchina dei controlli efficace e inflessibile. Ciò non toglie, però, che vada tutelata l’onorabilità e la professionalità della gran parte degli operatori del settore, i quali quotidianamente si preoccupano di garantire il benessere delle bufale, la correttezza delle procedure, la qualità del prodotto e la salute dei cittadini. Se ci sono singoli episodi e storture da denunciare saremo i primi a farlo, ma salvaguardando una filiera produttiva che per rispetto degli animali e dell’ambiente, qualità dei prodotti e ricadute occupazionali importanti non ha eguali” – concludono i deputati del MoVimento 5 Stelle, Galizia, Cassese e Lovecchio, in commissione Agricoltura.