Morto il regista del film “La Storia infinita”, Wolfgang Petersen aveva 81 anni

Wolfgang Petersen è nato il 14 marzo 1941 a Emden, in Germania, [1] figlio di un ufficiale di marina. [2] Dal 1953 al 1960 Petersen ha frequentato la Gelehrtenschule des Johanneums di Amburgo. [3] [4] Ha girato i suoi primi film con una fotocamera da 8 mm mentre era ancora a scuola. [2] Negli anni ’60 dirigeva opere teatrali all’Ernst Deutsch Theater di Amburgo. [5] Dopo aver studiato teatro a Berlino e Amburgo, Petersen ha frequentato l’ Accademia di cinema e televisione a Berlino (1966–1970). [6] Le sue prime produzioni cinematografiche furono per la televisione tedesca, e fu durante il suo lavoro sul popolare Tatort tedescoCrime Scene ) Serie TV che ha incontrato per la prima volta e ha lavorato con l’attore Jürgen Prochnow [7] — che sarebbe poi apparso come capitano degli U-Boot nel famoso Das Boot di Petersen . Famoso è l’episodio Reifezeugnis (Certificato di maturità) del 1977 con la giovane Nastassja Kinski . [8] Ha girato 6 episodi di Tatort . [9]

Petersen ha realizzato il suo primo lungometraggio per il cinema nel 1974, il thriller psicologico One or the Other of Us , basato sul romanzo Einer von uns beiden di Horst Bosetzky e pubblicato in forma anonima con il suo pseudonimo e interpretato da Jürgen Prochnow . [10] Successivamente ha diretto il film del 1977 Die Konsequenz , un adattamento in bianco e nero del romanzo autobiografico di Alexander Ziegler sull’amore omosessuale. [10] A suo tempo, il film era considerato così radicale che quando fu trasmesso per la prima volta in Germania, la rete bavarese Bayerischer Rundfunk spense i trasmettitori invece di trasmetterlo. [11]

Il suo film successivo fu l’epopea della seconda guerra mondiale Das Boot , uscito all’inizio del 1982. [12] Il film racconta le esperienze di un equipaggio di sottomarini tedesco impegnato nella “Battaglia dell’Atlantico”. [13] Sebbene non sia stato un successo finanziario immediato, il film ha ricevuto recensioni molto positive ed è stato nominato per sei Academy Awards , due dei quali (per il miglior regista e la migliore sceneggiatura adattata ) sono andati a Petersen; [14] è stato anche nominato per un BAFTA Award e un DGA Award . [15] Il film ha interpretato Jürgen Prochnow nei panni del capitano degli U-Boot, [16]che è diventato un buon esempio dei personaggi d’azione di Petersen, un uomo in guerra e che osa il pericolo e il destino in mare.

Dopo The NeverEnding Story (1984), [17] il primo film in lingua inglese di Petersen, ha diretto Enemy Mine (1985), [18] [14] che non è stato un successo di critica né di botteghino. Ha fatto il suo passo nel 1993 con il thriller di omicidio In the Line of Fire . [19] Interpretato da Clint Eastwood nei panni di una guardia presidenziale angosciata dei servizi segreti , [19] In the Line of Fire ha dato a Petersen il potere al botteghino di cui aveva bisogno per dirigere un altro thriller di suspense, Outbreak (1995), con Dustin Hoffman . [20]Il blockbuster di Petersen del 1997 Air Force One è andato molto bene al botteghino, con recensioni generalmente positive da parte della critica cinematografica. Sia per l’ Air Force One che per Outbreak , Petersen ha collaborato con il direttore della fotografia tedesco Michael Ballhaus , [21] che ha anche lavorato spesso con il regista Martin Scorsese . [22]

Nel 1998, Petersen era un affermato regista di Hollywood, con il potere sia di ripubblicare il suo classico Das Boot in un nuovo taglio da regista, sia di dirigere thriller d’azione pieni di star. In quanto tale, è stato originariamente considerato come regista del primo film della serie di film di Harry Potter , Harry Potter e la pietra filosofale . Petersen si è ritirato dalla corsa nel marzo 2000. [23] Negli anni 2000, Petersen ha continuato a dirigere due blockbuster estivi, i film The Perfect Storm (2000) e Troy (2004). Il successo del primo ha aiutato la sua società Radiant Productions a firmare un accordo con la Warner Bros. [24] Il film epico di Petersen da 160 milioni di dollari Poseidon , una rivisitazione del romanzo di Paul Gallico del 1969 The Poseidon Adventure (precedentemente adattato per il film catastrofico del 1972 ), è stato distribuito dalla Warner Bros. nel maggio 2006. Il film ha funzionato male negli Stati Uniti, superando di poco 60 milioni di dollari di incassi al botteghino nazionale all’inizio di agosto, ma le vendite internazionali hanno superato i 121 milioni di dollari. [25]

Sebbene sia stato assunto per dirigere l’adattamento cinematografico di Ender’s Game di Orson Scott Card che doveva uscire nel 2008, in seguito è “andato avanti” [26] dal progetto. I suoi potenziali progetti includevano un adattamento live-action del film anime del 2006 Paprika [27] e un adattamento cinematografico del romanzo di fantascienza Old Man’s War . [28] Dopo una pausa di dieci anni, Petersen è tornato nel 2016 come regista della commedia sulla rapina Vier gegen die Bank , il suo primo film in lingua tedesca dopo Das Boot nel 1981. [29] Il primo matrimonio di Petersen è stato con l’attrice Ursula Sieg  [ de ] , [8] hanno avuto un figlio. [30] [14] Nel 1978 sposa la sua assistente alla regia Maria Borgel. [8] Petersen si trasferì a Los Angeles nel 1986 [8] e successivamente acquisì la cittadinanza americana . [8] Peterson è morto di cancro al pancreas il 12 agosto 2022, all’età di 81 anni, nella sua casa di Brentwood, Los Angeles , Stati Uniti. [31] [32]

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.