Migranti, Salvini non molla: “porti restano chiusi, chi fa soldi sulla pelle della gente non sbarcherà in Italia”

“Ho firmato il permesso a centinaia di donne e bambini riconosciute davvero in fuga dalla guerra che arriveranno in aereo e avranno in Italia il loro futuro. Però ora basta, per i trafficanti di esseri umani, i porti italiani sono e rimarranno chiusi. Non mollo”. E’ quanto sottolinea Matteo Salvini in una diretta Facebook, aggiungendo che di migranti “ne prendiamo zero, abbiamo dato”.

“Possono fare appelli Fabio Fazio, il vescovo, il cantante, il calciatore, ma io rispondo a 60 milioni di italiani che hanno diritto a un Paese in cui si entra se si ha il diritto” afferma il vicepremier. Che prosegue: “Dico ai sindaci e governatori ribelli, il governatore della Toscana, il sindaco di Napoli, ma non avete un po’ di vergogna, ritegno, buon senso e dignità? Chi non riesce a risolvere i problemi di Napoli, Palermo, Firenze, Milano deve passare le giornate a preoccuparsi dei problemi dell’altra parte del mondo?”.

“E’ arrivato un ministro che ha deciso di far rispettare le regole, i sindaci sono pregati di applicare le regole approvate da Parlamento e i governatori di aprire ospedali invece di chiuderli in Toscana e Calabria, di occuparsi dei treni, delle case popolari, di aiutare gli agricoltori” dice il ministro dell’Interno.

L’affondo alle ONLUS“Con coraggio e onestà, io non mollo di un centimetro. Quei generosoni delle onlus che sono nelle acque maltesi si sono rifiutati di obbedire a indicazioni della Guardia costiera libica. Chi fa i soldi sulla pelle della gente non ha un porto italiano dove venire a concludere i loro affari. C’è una nave olandese o tedesca? Aprano il cuore, i portafogli, un albergo in Germania o Olanda” – ha aggiunto il Ministro degli Interni. 

SCALFARI – Ho qui anche le foto delle prossime tre ville confiscate alla mafia che avrò la gioia di riassegnare ai cittadini di Palermo, sperando che il sindaco non ci piazzi dentro immigrati” aggiunge Salvini, che poi si rivolge a Scalfari: “Scrive che sono un semi-dittatore, quindi voi siete semi-sudditi, o qualcuno è semi-scemo. Siamo democrazia, in un Paese più forte e orgoglioso rispetto a pochi mesi fa”.

5 STELLE – “Voglio dire grazie gli amici del M5S, con cui cercano di farci litigare ogni mezz’ora, ma con me non attacca – dice il vicepremier -. Basta che si mantengano gli impegni”.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).