Migranti nascosti nei materassi per entrare in Europa – video

Si sono nascosti all’interno di due materassi sigillati per alcune ore per eludere i controlli di frontiera, dove si sono conclusi i bizzarri tentativi di due migranti. L’imbottitura era stata tolta completamente in modo che i due giovani potessero starvi sdraiati sulla schiena. I materassi erano posizionati e legati sul tetto di una macchina in transito alla frontiera spagnola. Il conducente della vettura è fuggito ma è stato arrestato in Marocco.  I migranti sono in buone condizioni e non hanno bisogno di cure.

Il video della scoperta è stato caricato su Twitter dal senatore Jon Inarritu, del partito separatista basco Eh Bildu. La Spagna, è diventata la porta principale dell’immigrazione irregolare che arriva dall’Africa, davanti all’Italia, alla Grecia, a Cipro e Malta. Il balzo in avanti è dovuto alla politica dei porti chiusi di Italia e Malta e la chiusura della rotta dalla Turchia alla Grecia. La maggioranza degli immigrati che arrivano in Spagna hanno come destinazione altri Paesi europei e verranno rimandati nei Paesi d’origine, che sono, per la maggior parte, Marocco, Guinea e Mali. Non è il primo migrante che tenta di emigrare con questa modalità o addirittura in una valigia. Centinaia sono i giovani che provano in questo modo di superare i confini, commenta Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti“: oltre le valigie, doppio fondo nelle automobili, di solito nei cruscotti o sotto i sedili ed adesso nei materassi. Una vera e propria pratica, che spesso uccide.

Secondo l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), più di 6mila migranti sono arrivati a Melilla e nella vicina enclave di Ceuta in Spagna quest’anno. I due migranti si trovano in buone condizioni di salute e non necessitano di assistenza medica. L’autista del veicolo, fuggito in Marocco, è stato poi arrestato dalle autorità. Il video diffuso online:

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).