Medici oncologi preoccupati per il 5G: “rischio aumento tumori, fermate gli investimenti”

5G è il termine usato per descrivere la prossima generazione di reti mobili che va oltre le reti mobili. Una tecnologia potentissima che potrebbe facilmente spedire l’umanità in un mondo molto più veloce e connesso di quanto possiamo immaginare ora con il “vecchio” 4G. Sin qui nulla di male se non fosse che, partendo dal presupposto scientifico di un’elettrosensibilità presente nel nostro organismo, questa tecnologia potrebbe anche compromettere gravemente la nostra salute rischiando di aumentare persino i casi di patologie neoplastiche (tumori) tra la popolazione eccessivamente esposta a questo tipo di segnali.

«Aiutaci a fermare lo tsunami elettromagnetico», questo è l’appello lanciato dalla rivista Terranova che ha promosso la pubblicazione di un’inserzione sul Fatto Quotidiano dove si chiede al governo Conte di fermare l’avanzata della tecnologia 5G e di promuovere uno studio epidemiologico a livello nazionale sui campi elettromagnetici. In realtà però il Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE), su richiesta del MISE, ha già dirottato una parte considerevole dei fondi (circa 90 milioni di euro) destinati allo sviluppo di progetti di sperimentazione sulla rete 5G.

Negli ultimi mesi stiamo assistendo a una forsennata corsa contro il tempo per implementare l’infrastruttura tecnologica di quinta generazione. Lo dimostrano i 500 milioni di euro prestati dall’Europa a Nokia, i 200mila lampioni LED/Wi-Fi appena installati a Roma e le mini-antenne accese a Torino: se l’Organizzazione Mondiale della Sanità dovesse rivalutare (al rialzo) la classificazione delle radiofrequenze, inserendole tra i “probabili” (Classe 2B) se non addirittura tra i “certi” (Classe 1) agenti cancerogeni per l’umanità, dall’oggi al domani crollerebbe l’intera impalcatura su cui – sbrigativamente – lobby dell’industria wireless e (spregiudicata) politica negazionista stanno costruendo il sogno digitale del 5G. Perché saremo tutti irradiati da una sommatoria multipla e cumulativa di nuove frequenze oggi all’asta, spingendo (presto con riforma di legge?) il campo elettrico nell’aria da 6 V/m a 61 V/m. Ovunque, uno tsunami di microonde millimetriche ci sommergerà: con quali conseguenze? Ecco:

Aumento del rischio di tumori del cervello, del nervo vestibolare e della ghiandola salivare sono associati all’uso del telefono cellulare. Nove studi (2011-2017) segnalano un aumento del rischio di cancro al cervello dovuto all’uso del telefono cellulare. Quattro studi caso-controllo (2013-2014) riportano un aumento del rischio di tumori del nervo vestibolare. Preoccupazione per altri tumori: mammella (maschio e femmina), testicolo, leucemia e tiroide. Sulla base delle prove esaminate, è nostra opinione che l’attuale classificazione delle radio frequenze come cancerogeno per l’uomo (Classe 2B) dovrebbe essere aggiornata a cancerogenico per gli esseri umani (Classe1)”.

Gli attuali studi sulle frequenze wireless nel range millimetrico e submillimetrico confermano che queste onde interagiscono direttamente con la pelle umana, in particolare con le ghiandole sudoripare. Le onde di 5G interagiranno unicamente con la pelle umana e porteranno all’assorbimento preferenziale dello strato. Ron Melnick, scienziato del National Institutes of Health ha dichiarato: “C’è un’urgente necessità di valutare gli effetti sulla salute 5G ora, prima che siano esposti milioni di persone. Dobbiamo sapere se il 5G aumenta il rischio di malattie della pelle come il melanoma o altri tumori della pelle”.

Il National Institute for Science, Law & Public Policy (NISLAPP) fa un plauso al Senatore Democratico del Connecticut Richard Blumenthal, per aver fatto pressione sul Commissario della FCC, il Signor Brendan Carr, affinché sia fornita documentazione comprovante le osservazioni del Commissario, a difesa della sicurezza del 5G.  Il NISLAPP appoggia questa richiesta. Il Signor Jim Turner, Presidente del NISLAPP, afferma:

“Il NISLAPP considera un errore collocare nuove antenne radianti ad alta frequenza nei centri abitati del territorio, molto vicine a case, uffici e scuole, se a nostra conoscenza non è stato condotto alcun test pre-mercato su larga scala, inerente alla salute, degli effetti delle radiazioni emesse, quando sono facilmente disponibili tecnologie di accesso a Internet cablate molto più sicure. Sosteniamo fermamente la richiesta del Senatore Blumenthal a Carr, Commissario della FCC, di fornire la documentazione che attesti la “determinazione della sicurezza della FCC per il 5G “, assieme ai riferimenti scientifici a supporto, utilizzati per tale determinazione.”

La richiesta formale del Senatore Blumenthal, al Commissario Carr per questi documenti, è stata annunciata questa mattina ad Hartford in una conferenza stampa. Nella lettera, Blumenthal ha spiegato che recentemente, in un’audizione per tale ambito nel Commissione del Senato nel South Dakota per quanto riguarda il 5G, il Sindaco Paul Ten Haken di Sioux Falls (South Dakota), stava cercando “chiare indicazioni, punti di discussione, studi che sono stati fatti che dimostrino che non c’è danno ai nostri elettori e ai contribuenti, nel collocare queste piccole celle su tralicci vicino alle biblioteche, vicino alle scuole, vicino alle loro case”. E quel Commissario Carr in quel momento ha risposto, dicendo: “La legge federale in realtà dice che i governi statali e locali non posso prendere in considerazione le preoccupazioni [di radiofrequenza], data la quantità di lavoro che è stata dedicata a questo problema a livello federale … Sia presso la FCC che altre agenzie sanitarie specializzate a Washington, sono continuamente aggiornate su questi temi e hanno raggiunto la determinazione sulla loro sicurezza.”

Il compito della FCC è regolamentare il settore delle telecomunicazioni e proteggere il pubblico. Tuttavia, la FCC NON è un’agenzia per la protezione della salute o dell’ambienteGli standard di sicurezza di FCC per tutti i prodotti wireless e l’infrastruttura sono obsoletiActivist Post ha riferito di Commissari FCC, schierati già con il settore. Il Presidente dell’FCCAjit Pai, è colpevole per questo comportamento. L’ex Presidente dell’FCC, Tom Wheeler, non era migliore. Quindi fidarsi dell’FCC non sembra essere una buona opzione.

Ancora di più da Business Wire:

A seguito di questa discussione, il Senatore Blumenthal sta attualmente esortando il Commissario Carr dell’FCC, affinché venga inviata al suo ufficio la documentazione qui di seguito elencata:

  1. La determinazione della sicurezza 5G da parte della FCC e di altre agenzie sanitarie rilevanti, a cui il Commissario Carr ha fatto riferimento durante l’audizione per tale ambito.
  2. Riferimenti attuali per gli studi che informano della determinazione della sicurezza.

Ha detto che i suoi elettori hanno preoccupazioni analoghe sul 5G e che vuole fornire loro informazioni accurate.

Il Senatore Blumenthal ha affermato che “siamo interessati a conoscere gli ultimi studi che valutano gli effetti sulla salute delle frequenze e delle modulazioni a banda larga che verrebbero utilizzate nelle reti 5G”. Ha osservato [che] “La maggior parte delle nostre attuali normative sulla sicurezza della radiofrequenza sono state adottate nel 1996 e non ne è stato ancora fatto l’aggiornamento per apparecchiature e dispositivi di prossima generazione.” Ha anche menzionato l’ampio studio pubblicato quest’anno del National Toxicology Program (NTP), finanziato dal governo statunitense, che sull’utilizzo di tecnologie di generazione precedente (2G e 3G), ha mostrato un legame tra radiazione da radiofrequenza e cancro.

Alcuni mesi fa anche Activist Post ha riferito dello studio dell’NTP. Proprio così – cancro da esposizione. Torniamo a Business Wire:

Blumenthal ha aggiunto: “Gli operatori telefonici avranno anche bisogno di linee guida aggiornate per l’autorizzazione dei dispositivi da utilizzare con il 5G” e “Riteniamo inoltre che sia fondamentale per la FCC dare seguito alla sua Further Notice of Proposed Rulemaking and Inquiry, datata 27 marzo 2013, per garantire a tutti gli individui, e in particolare a quelli che lavorano nelle vicinanze delle centinaia di migliaia di piccole strutture a celle, affinché vengano dislocate, di essere protetti da qualsiasi tipo di eccesso di radiazione da radiofrequenza.”

La Communications Workers of America era presente alla conferenza stampa, così come lo scrittore scientifico ed esperto di campi elettromagnetici, B. Blake Levitt. Si vedano le osservazioni di Levitt.

Il National Institute for Science, Law and Public Policy considera la linea di indagine del Senatore Blumenthal, sull’entità delle valutazioni di sicurezza delle radiazioni 5G di prossima generazione, di fondamentale importanza. Camilla Rees, Senior Policy Advisor di NISLAPP, afferma: “Tutti i membri del Congresso, così come i funzionari statali e locali, potrebbero prendere in considerazione domande simili sulle nuove, diverse e pericolose tecnologie a radiofrequenza di quinta generazione, che l’industria delle telecomunicazioni intende implementare ampiamente all’interno dei nostri ambienti di vita, in merito a cui gli scienziati di tutto il mondo stanno mettendo in guardia“.

Scienziati internazionali in molti Paesi stanno facendo appello per una moratoria sul 5G, fino a quando i pericoli potenziali non verranno investigati in toto.

Per vostra informazione – la moratoria sul 5G è stata istituita nel 2017. Activist Post ha anche riferito dove il 5G è già stato installato e gli Americani e i loro animali domestici si sono ammalati. I residenti di Gateshead, in Inghilterra, hanno già vinto un procedimento giudiziario contro il 5G.

Ulteriori link di ricerca sono forniti alla fine dell’articolo di Business WireActivist Post ha anche riferito degli sforzi compiuti dal Senatore del Michigan Patrick Colbeck, per proteggere i residenti dall’esposizione al 5G, così come l’utenza ai contatori “intelligenti”.

 

BN Frank

Fontehttps://www.activistpost.com/

Linkhttps://www.activistpost.com/2018/12/senator-demands-proof-that-5g-is-safe-so-does-the-national-institute-for-science-law-public-policy.html

Fonti:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/09/11/5g-e-aumento-tumori-le-ultime-ricerche-parlano-chiaro-il-pericolo-esiste-ed-e-fondato/4615572/

https://www.nextquotidiano.it/fatto-5g-moratoria/

http://www.beppegrillo.it/5g-e-internet-delle-cose-quali-rischi-per-la-salute/

https://comedonchisciotte.org/un-senatore-richiede-la-prova-della-sicurezza-del-5g-fa-altrettanto-il-national-institute-for-science-law-public-policy/