Mafia nigeriana costringeva donne a prostituirsi in Italia, arrestati sei nigeriani

La Squadra mobile di Brescia e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Brescia, ha eseguito l’arresto di sei soggetti di origine africana con l’accusa di tratta di esseri umani e sfruttamento della prostituzione:

Stando a quanto riportato anche dagli organi di stampa nazionali, una volta formalizzata la domanda di asilo, le vittime venivano indotte a scappare dal centro di accoglienza e costrette a prostituirsi. Attraverso le intercettazioni telefoniche gli agenti hanno individuato nella provincia di Brescia i terminali (un uomo e una donna) dell’organizzazione con base in Libia e Nigeria impegnata a favorire l’ingresso di giovani donne da avviare alla prostituzione. Sono loro gli arrestati, insieme a una donna che operava a Torino e attualmente domiciliata nel mantovano.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).