Lavoro, in Italia è boom di dimissioni. Inps: “in sei mesi oltre 1 milione ma scontano l’effetto Covid”

Boom di dimissioni nei luoghi di lavoro: in 6 mesi – riporta l‘Inps – ammontano a 1.080.245 le dimissioni dal lavoro registrate dall’Inps nei primi sei mesi del 2022 con un aumento del 31,73% rispetto allo stesso periodo del 2021. L’analisi riguarda tutti i tipi di lavoro contrattualizzati mentre, se si guarda solo a quelle da contratto a tempo indeterminato, le dimissioni sono cresciute del 22,18% passando dalle 510.762 dei primi sei mesi del 2021 a 624.047 nello stesso periodo del 2022:

E’ quanto possibile constatare consultando le tabelle dell’Osservatorio sul precariato dell’Istituto secondo le quali nello stesso periodo sono raddoppiati i licenziamenti di natura economica (da 135.115 a 266.640). Si tratta del risultato del confronto con i dati del 2021: nei primi sei mesi dello scorso anno, infatti, era ancora in vigore il blocco dei licenziamenti introdotto dalla politica contro la crisi economica scatenata dalla pandemia. «Il livello raggiunto – sottolinea l’Inps a proposito delle dimissioni da contratti stabili – sottende il completo recupero delle dimissioni mancate del 2020, quando tutto il mercato del lavoro era stato investito dalla riduzione della mobilità connessa alle conseguenze dell’emergenza sanitaria». Dall’analisi, sono esclusi i lavoratori domestici e gli operai agricoli mentre sono incusi i dipendenti degli enti pubblici economici. Il numero dei licenziamenti di natura economica è aumentato notevolmente:

dai 83.809 casi registrati dei primi sei mesi del 2021, si è passati ai 186.420 nello stesso periodo del 2022 (+122,43%) ma il confronto è con un periodo in cui era in vigore il blocco dei licenziamenti. Nel primo periodo del 2022, i datori di lavoro privati hanno fatto 4.269.179 assunzioni e 3.322.373 cessazioni di contratto di lavoro per un saldo positivo che supera i 946mila contratti.

#lavoro #contratto #licenziamenti #inps #dimissioni

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.