La Cia avrebbe avvisato Berlino di possibili attacchi nel Baltico

Gli Stati Uniti avrebbero avvertito la Germania qualche settimana fa di possibili attacchi ai gasdotti nel Mar Baltico, riferisce Der Spiegel. Secondo la pubblicazione, quest’estate la CIA ha trasmesso le informazioni pertinenti al governo tedesco:

Secondo Der Spiegel, il giorno dopo aver ricevuto la notizia dell’incidente sui gasdotti Nord Stream 1 e Nord Stream 2, il governo tedesco procede dalla versione di un attacco mirato. La pubblicazione ricorda che lunedì scorso si è saputo di un forte calo della pressione in entrambi i gasdotti, dopo il quale ci sono state conferme di una fuga di gas.
Il pericolo di un possibile attacco a gasdotti e cavi sottomarini nel Mar del Nord e nel Mar Baltico è stato discusso dai militari anche prima dell’inizio della crisi ucraina, osserva Der Spiegel. “La rete sottomarina è di grande importanza per l’approvvigionamento energetico, oltre che per la stabilità di Internet. Tuttavia, nonostante la sua importanza, fino ad oggi non è praticamente protetto da attacchi e atti di sabotaggio”, la pubblicazione cita le parole di un soldato di alto rango della Bundeswehr. Der Spiegel ricorda che la scorsa settimana l’ispettore della Marina tedesca Jan Christian Kaak aveva avvertito di possibili attacchi alla rete di gasdotti e cavi tesi lungo il fondo del mare:
Secondo Der Spiegel, già prima dell’inizio del conflitto in Ucraina, alcuni paesi della Nato indicavano le manovre delle navi russe nell’area dei punti nodali delle reti sottomarine. Tuttavia, i servizi segreti tedeschi hanno riferito che la prima analisi delle immagini satellitari dell’area dell’incidente non ha rivelato alcuna manovra sospetta della nave. Allo stesso tempo, i servizi speciali hanno sottolineato che solo lo stato può effettuare un simile attacco. Allo stesso tempo, è difficile stabilire se paesi come la Russia o l’Ucraina siano interessati a un simile incidente, scrive Der Spiegel, citando le autorità di sicurezza tedesche. Un’interruzione a lungo termine delle forniture di gas dalla Russia alla Germania è stata discussa come un possibile interesse per la parte ucraina:
tuttavia, questa versione è contrastata da potenti costi politici per Kiev, oltre ai dubbi che l’Ucraina abbia le capacità tecniche per un’operazione del genere. La Russia ha tali capacità tecniche, ma è quasi impossibile stabilire un interesse politico. 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.