Jet privato precipita nel Mar Baltico. A bordo una famiglia di 4 persone. Relitto trovato dopo l’incidente ma contatto perso. L’esperto di sicurezza aerea sull’incidente “Potrebbe essere calata la pressione in cabina”

Un Cessna 551 con quattro persone a bordo che era entrato ingiustificatamente nello spazio aereo svedese e i cui piloti non rispondevano ai messaggi è precipitato a largo della città di Ventspils, in Lettonia. L’aereo ha attraversato Spagna, Francia, Lussemburgo, Belgio e Germania. Lo riferiscono le autorità svedesi:

L’aereo era partito questo pomeriggio da Jerez, nel sud della Spagna ed era diretto a Colonia in Germania. Giunto nello spazio aereo tedesco, non ha però risposti ai controllori di volo tedeschi, continuando il suo volo ed entrando nello spazio aereo svedese, per poi dirigersi verso est. Le autorità tedesche hanno ripetutamente cercato di contattare i piloti e i passeggeri a bordo, senza ottenere risposta. Caccia tedeschi si sono avvicinati all’aereo per cercare di capire cosa stesse accadedo in quei momenti di disperazione. «La speranza era quella di prendere contatto con l’equipaggio, ma non hanno visto nessuno in cabina», ha riferito il capo del soccorso aereo svedese, Lars Antonsson, all’agenzia TT. Il velivolo, un cesna 551 registrato in Austria, ha continuato a volare con il pilota automatico proseguendo verso nord est nel mar Baltico.

E verso le 19:45 locali, dopo aver presumibilmente terminato il carburante, è precipitato in mare. Un elicottero svedese, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, sta cercando di raggiungere l’aereo ed altri mezzi di soccorso sono stati inviati nella zona. Secondo Jan Ohlsson, esperto di sicurezza aerea sull’incidente: “Potrebbe essere calata la pressione in cabina”.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.