Irregolare colpisce due donne a caso in stazione ma non finisce in carcere – il video

Indignazione e polemiche – anche politiche – non sono mancate a seguito di un terribile episodio avvenuto nelle ultime ore in Italia:

la brutale aggressione è avvenuta nella stazione di Lecco. Qui un migrante irregolare di origine africana ha ferito gravemente due donne senza alcun pretesto. Raggiunto dalla Polizia di Stato, è stato identificato in un 24enne originario dello Stato del Togo. L’uomo non è finito in carcere:

nonostante già noto alle forze dell’ordine per altri precedenti penali, infatti, il giovane è finito direttamente agli arresti domiciliari. Le immagini del circuito di videosorveglianza mostrano il giovane che prima spintona una studentessa di 18 anni che stava scendendo dalle scale, poi colpisce con un pugno in faccia una donna di 56 anni, mandandola ko. Video:

Stando alla ricostruzione, l’aggressore ha colpito con due manate al petto una 18enne che stava per salire sul primo gradino, scaraventandola sul pavimento. Poco dopo, farneticando qualcosa, dopo averla osservata per qualche istante, ha scagliato un pugno contro una 56enne, talmente forte da mandarla ko priva di sensi. Non è mancata l’osservazione dell’ex Ministro dell’Interno e Leader della Lega Matteo Salvini, che sui social ha scritto:

“A Lecco un immigrato clandestino del Togo spinge una ragazza giù dalle scale e stende a pugni una signora, senza ALCUN MOTIVO. Arrestato e processato per direttissima, è già stato rimandato ai domiciliari in attesa della prossima udienza. Roba da matti. Altro che domiciliari, GALERA senza sconti ed ESPULSIONE per questi delinquenti. Se nel governo delle poltrone qualcuno pensa di abolire i Decreti Sicurezza, glielo impediremo con tutti i mezzi leciti possibili” – ha concluso il leader del Carroccio. Oltre a Salvini, l’on. Michela Vittoria Brambilla ha sollecitato il Ministero dell’Interno:

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).