In Sardegna 60 ore di incendio: cane pastore resta gravemente ustionato per le pecore, salvato da un veterinario – video

La tragedia continua sull’isola dove il vasto incendio ha distrutto un ingente quantitativo di vegetazione selvatica e strutture imprenditoriali, comprese attività agricoli e strutture per l’accoglienza di animali:

A morire tra le fiamme, infatti, anche greggi di pecore rimasti uccisi dall’incendio sono apparsi visibilmente carbonizzati da chi è giunto sul luogo dell’accaduto effetuando foto e video. Tra le carcasse, è spuntato anche un cane pastore colpito da molteplici e gravi ustioni ma ancora vivo:

A salvare l’animale è stato un giovane veterinario del luogo che ha deciso di portare con se il povero cane e di sottoporlo a cure approfondite. Link video:

Purtroppo, non si tratta dell’unico animale domestico ad essere stato costretto a subire tremende sofferenze per l’incendio se si considera anche un cucciolo colpito da gravi infiammazioni polmonarie a causa delle inalazioni tossiche e dei numerosi gatti uccisi in un rifugio colpito anch’esso dalle fiamme, come documentato da questo video:

Subito operativi a Oristano i due velivoli canadair francesi attivati dal Dipartimento di Protezione Civile nell’ambito del Meccanismo Europeo di cooperazione internazionale. Dopo un breve briefing tecnico all’aeroporto di Alghero, i due canadair francesi sono decollati insieme a tre velivoli della nostra flotta aerea e stanno effettuando lanci d’acqua sul fronte del fuoco in località Cadone, nel comune di Suni.  Link video:

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.