Il sospetto: “la Cina compra il gas russo per rivenderlo all’Europa”

Incredibile ma vero, mentre l’Unione Europea sta cercando di ridurre la sua dipendenza energetica dalla Russia, la Cina, ancora una volta, ne uscirebbe vincitrice:

Stando a quanto si apprende, infatti, secondo un approfondimento condotto dal Financial Times, il forte sospetto è che Pechino non stia comprando più gas dalla Russia solo per il mercato interno, ma per rivenderlo, e lo avrebbe già rivenduto all’Europa o starebbe comunque per farlo. In questo sistema, a guadagnarci sarebbero ancora una volta Russia e Cina, mentre, ancora una volta, i paesi europei si rivelano vittime di un sistema alquanto controverso, incentivato da sanzioni e limitazioni – introdotti nella guerra in Ucraina – che non sembrano ottenere risultati soddisfacenti per l’UE.

Nel frattempo, l’Unione Europea ha esortato Cina e India ad aderire all’iniziativa del G-7 per applicare un tetto ai prezzi del petrolio russo, dicendo che è ingiusto per i paesi pagare le entrate in eccesso a Mosca durante la guerra del Cremlino in Ucraina. Le nazioni del G-7 hanno annunciato venerdì di aver concordato un piano per imporre un prezzo fisso al petrolio russo. La politica è progettata per ridurre i profitti che la Russia ricava dalla vendita di petrolio e agisce come un’altra misura punitiva contro il Cremlino per il suo assalto in Ucraina.

#petrolio #gas #cina #unioneeuropea

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.