“Il prof. evita la terapia intensiva grazie alle cure nonostante le dosi fatte” ma lui precisa “il vaccino è servito”

Sta facendo parlare di se il contagio che il noto professore ha dovuto subire nonostante le tre dosi di vaccino anti-covid:

E’ il quotidiano “La Verità” a riportare il caso dell’ex primario (andato in pensione a novembre), ammalatosi di Covid nonostante le dosi booster. Il superamento dell fase più pericolosa della malattia – riporta il quotidiano – sarebbe da attribuire a cure specifiche che avrebbero permesso all’esperto di evitare la terapia intensiva. Apriti cielo per i sostenitori delle cure e critici al vaccino, che stanno condividendo questa notizia per sostenere l’idea che le iniezioni non possano rappresentare una soluzione al problema. Tuttavia, resterebbero comunque da tenere a mente i dati ufficiali che riportato come il 90% di chi è in area medica sarebbe privo di copertura vaccinale mentre il 94% di chi si trova in terapia intensiva non sarebbe vaccinato. Altri quotidiani bollano invece come “bufala” la tesi di un prof. salvato solo dalle cure, riportato dichiarazioni del diretto interessato:

La mia è certamente Omicron, sequenziata dalle mie ragazze in laboratorio. Per i vecchiotti come me non è proprio una passeggiata” sottolineando che “Se non avesse avuto le tre vaccinazioni la cosa sarebbe andata decisamente peggio, tenendo conto della mia età e con la mia storia. Quindi, senza se e senza ma bisogna vaccinarsi, almeno non si crepa. Questo è un dato di fatto”. Sul suo stato di salute, l’ex primario ha poi ricordato che “Stamattina sto discretamente meglio – ha dettoma sono stato una schifezza”.

Fonti:

https://www.laverita.info/galli-salvato-piu-dalle-cure-che-dal-booster-2656246992.html

https://www.open.online/2022/01/07/covid-19-massimo-galli-cure-domiciliari/

https://www.nextquotidiano.it/galli-positivo-covid-bufala-cure-domiciliari/

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.