Il Governo ha già stanziato le risorse per la quarta dose, altri due miliardi di euro per l’acquisto di nuovi vaccini con l’unanimità di tutti i partiti

Il contrasto alla diffusione del nuovo coronavirus non sembra affatto destinato con la terza dose di vaccino. O almeno, è quanto appare osservando le ultime iniziative dell’esecutivo:

Negli ultimi giorni, infatti, ben due miliardi di euro – quasi cinque volte l’importo previsto per il 2021 – sono stati stanziati nel Bilancio 2022, come riporta la bozza della manovra all’articolo 82, varata dal Consiglio dei ministri con l’unanimità di tutti i partiti. La manovra prevede l’acquisto di terze e quarte dosi di vaccini contro Covid-19:

In pratica, il Fondo per l’acquisto dei vaccini anti Covid-19 e dei farmaci per la cura dei pazienti malati di Covid istituito nella legge di Bilancio dell’anno scorso «è incrementato di 1.850 milioni di euro per l’anno 2022 da destinare all’acquisto dei vaccini anti SARS-CoV-2». Lo scorso anno, il Fondo aveva una dotazione di 400 milioni di euro. Elementi che lasciano intendere anche all’introduzione di una possibile quinta dose se non addirittura ad un rinnovo annuale del ciclo vaccinale, più o meno come accadeva prima con il vaccino antinfluenzale (con la differente dell’obbligatorietà del Green Pass, strumento che dovrebbe però scadere al termine della dichiarazione di Stato di Emergenza). Link video:

Quella della quarta e quinta dose era un’ipotesi circolata già in dibattiti televisivi:

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.