Identificati gli autori del grave sversamento avvenuto in Campania

“Ve la ricordate questa foto? Io sì. Uno sversamento di liquami il giorno dopo della fine del lockdown. Il mare si coloró di marrone. Un affronto a poche ore dall’inizio della ripresa. Bene, dopo accurate indagini da parte dei Carabinieri Forestali e della Capitaneria di Porto, che ringrazio, i responsabili sono stati scoperti e l’azienda sequestrata” – lo ha reso noto il Ministro alle Politiche Ambientali, gen. Sergio Costa che, attraverso un post diffuso su Facebook, ha inoltre aggiunto:

“La Procura ha scritto che gli atti erano “reiterati”. Inquinatori seriali. Ecco: adesso dovranno vedersela con la giustizia. La lotta alla legalità e alla tutela del nostro territorio non si ferma e non si fermerà” – ha concluso il Ministro Costa. Il riferimento è al grave sversamento riscontrato nei mesi scorsi nel canale Agnena tra Castel Volturno e Mondragone. Le indagini dei militari hanno permesso di ricostruire il percorso dello sversamento procedendo dal torrente Agnena con foce nel litorale di Castelvolturno sino alla fonte stessa – un grande deposito di letame gestito da un’azienda zootecnica – riuscendo così ad identificare gli autori del reato ambientale che si sarebbe verificato in molteplici occasioni (e non solo nell’ultimo periodo). I video diffusi sul web documentarono l’episodio:

Il titolare dell’azienda zootecnica ed il figlio sono indagati per delitto di inquinamento ambientale con condotta reiterata e perdurante, per aver cagionato una compromissione ed un deterioramento significativo e misurabile della porzione estesa del suolo nonché delle acque del Canale Agnena a attraverso questi del Mar Tirreno, all’altezza del comune di Castel Voltumo“. Nel corso di interviste rilasciate a FanPage, alcuni residenti della zona, ai microfoni di Fanpage.it, parlano di una situazione insopportabile che perdura da più di 20 anni. Video:

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.