“I 600 euro non sono ancora arrivati ma le bollette da pagare sono sempre puntuali”

Mentre gli italiani sono ancora in attesa del bonus da 600 euro (cui partenza ufficiale dell’erogazione dovrebbe cominciare nelle prossime ore), le bollette continuano ad arrivare:

La sospensione delle bollette vale solo per i Comuni della prima “zona rossa” mentre per il resto delle rgioni, attualmente, tutto regolare. Ovvero: continueremo a pagare le bollette nonostante in molti siano rimasti senza lavoro. Fondamentali risulteranno di conseguenza i possibili aiuti di Stato per lavoratori e disoccupati. C’è comunque da tenere in mente che l’Arera, l’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente ha in effetti sospeso la possibilità di distacco dell’energia elettrica per i morosi e che a breve dovremmo vedere delle riduzioni sostanziali nelle bollette. Per i 600 euro dovremmo ancora aspettare qualche giorno:

il Cosiddetto Reddito di emergenza dovrebbe cominciare ad essere distribuito entro la settimana. O almeno, così pare. L’Inps ha voluto precisare che per quanto concerne Bonus 600 euro erogato a favore dei professionisti iscritti alle  Casse previdenziali private, non è di sua competenza poiché l’Istituto Nazionale di Provvidenza Sociale non ha nulla a che vedere con le competenze delle Casse private dei professionisti, alle quali il Governo ha assegnato 200 milioni per la gestione delle indennità, che esse gestiscono in maniera completamente autonoma.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.