Grosse quantità di droga in arrivo a Catania dall’Albania, dall’Olanda, dalla Calabria e dalla Puglia. Arrestate 12 persone nel catanese

La droga – grossi quantitativi di hashish, cocaina e marjuana – arrivava a Catania dall’Albania, dall’Olanda, dalla Calabria e dalla Puglia per poi essere distribuita nelle piazze di spaccio del centro etneo, della provincia di Siracusa e anche a Malta. E’ quanto scoperto dai carabinieri del Comando provinciale di Catania, supportati dai reparti specializzati dell’Arma, che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Catania, nei confronti di 12 persone gravemente indiziate, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante del metodo mafioso.

“L’indagine condotta dai carabinieri – ha detto Roberto Martina, comandante della Compagnia di Catania Piazza Dante – ha consentito di attestare la verosimile appartenenza di due indagati alla famiglia mafiosa Cappello-Bonaccorsi, nonché di delineare il ruolo rivestito da un altro indagato, nello scacchiere del narcotraffico catanese perché, come un vero e proprio broker, riusciva a immettere sul mercato ingenti quantitativi di droga, anche proveniente dall’estero, di cui 350 chili sono stati sequestrati, per poi rivenderli a consorterie mafiose anche contrapposte tra loro”.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.