Governo valuta TSO per i “ribelli delle cure” e test a scuola contro coronavirus – video

“Sto valutando con il mio ufficio legislativo l’ipotesi di trattamenti sanitari obbligatori nei casi in cui una persona deve curarsi e non lo fa” – così il Ministro della Salute Roberto Speranza che, rispondendo alle domande di un intervistatore, ha inoltre precisato:

“Ci saranno test sierologici sui lavoratori, molecolari sulla popolazione scolastica. Un monitoraggio costante”. Sempre il Ministro ha sottolineato che “La norma prevede che se sei stato negli ultimi 14 giorni in Paesi extra Schengen, da qualunque confine entri, devi fare la quarantena. Ci sono controlli. Teniamo un livello di cautela più alto degli altri” – ha dichiarato il Ministro. Video:

Nei giorni scorsi, anche il governatore del Veneto, Luca Zaia, chiedeva un trattamento sanitario obbligatorio per i soggetti positivi al virus che però rifiutano le cure. Zaia si è detto molto irritato dopo l’incremento dei casi in regione, probabilmente per un focolaio nel Vicentino. Sul web non mancano critiche ed analisi alternative all’insolita iniziativa. A tal proposito riportiamo un servizio giornalistico indipendente a cura di Byoblu.com:

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.