Giornalista contro no Vax: “La ‘tua’ libertà finisce quando mancano i ‘nostri’ posti in terapia intensiva”

“La ‘tua’ libertà no vax finisce quando mancano i ‘nostri’ posti in terapia intensiva” – un titolo di articolo che risuona anche come un riassunto in breve di un post diffuso online sul FQ:

Autore dell’articolo – a quanto si apprende – è un giornalista che, attualmente, ricopre anche l’incarico di portavoce di un Sindaco italiano. Nell’ambito della tutela della salute dell’individuo – costituzionalmente riconosciuta – l’autore dell’articolo fa riferimento ai casi precedenti di trattamenti sanitari obbligatori:

non solo TSO, ma anche cure somministrate contro la loro volontà a persone non in stato di coscienza e diverse vecchie vaccinazioni obbligatorie. Il tutto, poi, ricordando l’approvazione definitiva del vaccino Pfizer da parte della Food and drug administration. Ma il problema – rendono noto i manifestanti – non è solo un vaccino reso di fatto obbligatorio senza l’obbligatorietà ufficiale, ma piuttosto dubbi sulla natura stessa di un pass sanitario obbligatorio che potrebbe rappresentare – secondo le ricostruzioni di alcuni critici – l’anticamera verso un sistema sempre più controllato a scapito della privacy e della libertà dei cittadini. Nella giornata di oggi, nel corso di una manifestazione in corso a Roma, ad esprimere la propria contrarietà al pass sanitario sarebbero anche persone vaccinate che si troverebbero in disaccordo con il provvedimento governativo. Proprio nella Capitale, i manifestanti continuano a protestare pacificamente contro il Green Pass obbligatorio, anche regalando fiori alle forze dell’ordine. Link video:

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.