Germania rispolvera Legge Gestapo: “polizia potrà spiare i cittadini, schedarli geneticamente e ingannarli sulle chat”. Opposizione: “è anticostituzionale”

Ora è tutto finito: con i voti della CSU, il parlamento bavarese ha approvato la nuova versione della Task Force di polizia (PAG) circa cinque mesi prima delle elezioni statali. Secondo il governo dello stato , porta “più sicurezza”, “più forti diritti civili” e “migliore privacy”. La legge riporta poteri speciali scomparsi nel periodo della Gestapo nazista.

La critica alla nuova legge non si ferma: avendo registrato recentemente circa 30.000 persone a Monaco di Baviera andate contro le nuove regole della strada, gli oppositori del PAG sono ora sempre modo significativo da parte del sindacato di polizia (PIL). Questo è notevole: Rappresenta circa 180.000 membri e sostiene di essere il più grande gruppo di interesse per gli agenti di polizia in tutto il mondo – ed è, naturalmente, non è noto per protestare a gran voce contro i nuovi poteri per i loro membri e soci. Il presidente del GdP Oliver Malchow ora ha trovato parole chiare sulla legge bavarese. Anche se sono necessarie nuove normative nel campo della protezione dei dati e il monitoraggio della comunicazione di messaggistica è per esempio un passo verso una maggiore sicurezza, nel complesso, il governo bavarese spara, secondo Malchow, ma ben oltre l’obiettivo. “Certo, speriamo che vengano create delle leggi che saranno accettate dai cittadini, il che non sembra essere il caso in gran parte della Baviera“, ha detto nell’ARD Morgenmagazin , indicando una possibile conseguenza fatale: La fiducia delle persone nella polizia potrebbe essere spazzata via dalla legge.

Il passato ha dimostrato che nuove leggi contro la criminalità e il terrorismo non sono risultate efficaci. “Abbiamo già uno standard di sicurezza decente oggi.”  Ha aggiunto il Vice di Pil Jörg Radek nella “Berliner Zeitung” che sottolinea l’importanza di “seminare di più la sfiducia nello stato” e “non sulla polizia civile in linea“. Mentre i gruppi di opposizione e per i diritti civili ha anche criticato il PIL, in particolare, certo inasprimento delle pene delle PAG “tre mesi in custodia della polizia, non è considerato necessario in altri stati Pertanto, si dovrebbe con un tale regolamento non è per la cura della dinamite pubblica”, ha detto il Sindacalista Malchow, che è anche membro SPD. Inoltre, il concetto di “pericolo imminente” su tutta l’area della lotta al terrorismo in aggiunta PAG sarebbe esteso e i funzionari hanno finora consentito lemisure solo in caso di un atto di “pericolo concreto“. Il governo di stato guidato dalla CSU ha difeso la sua nuova legge e il controverso concetto di “pericolo imminente”. Si afferma, “Se la polizia può provare con fatti che ci si può aspettare attacchi significativi alla vita, agli arti, alla salute o alla libertà personale (…), quindi minaccia effettivamente qualcosa di brutto, ma senza tempo e luogo il fatto si è già concretizzato “, ha detto il governo dello stato .

Il ministro dell’Interno Joachim Herrmann ha detto che nel parlamento statale il PAG era “una legge di protezione e nessuna legge di sorveglianza” e ha dovuto ascoltare critiche acute da parte del presidente dello stato della SPD bavarese, Natascha Kohnen. Ha accusato la CSU di ignorare tutte le preoccupazioni dei costituzionalisti. La CSU apparentemente voleva limitare le libertà. “La polizia non ha bisogno di questa legge e sa che non renderà il Bayern più sicuro“, ha detto Kohnen. La discussione sui diritti e i doveri della polizia potrebbe presto lasciare i confini dello stato bavarese su una scala più ampia. Diversi ministri degli interni, ad esempio nel Nord Reno-Westfalia o in Sassonia, hanno già predisposto le bozze per le loro nuove leggi di polizia nei cassetti, con talvolta anche maggiori poteri per le autorità di sicurezza.

Peter Schaar: legge “costituzionalmente non sostenibile” – Il ministro federale dell’Interno Horst Seehofer (CSU) ha annunciato già da tempo l’intenzione del PAG bavarese di concretizzare un progetto per la prevista legge sulla polizia modello nazionale. PIL capo Malchow sollecita regole di moderazione sul tema: “La polizia deve essere collocata legalmente e con le sue attrezzature in grado di mantenere base e carattere civile, ma di affrontare anche le gravi minacce alla sicurezza.”

Ma l’iniziativa potrebbe anche bloccarsi qui: reclami contro il nuovo PAG sono già stati annunciati davanti alla Corte costituzionale, tra cui l’ex ministro dell’Interno Gerhart Baum (FDP). L’ex commissario federale per la protezione dei dati Peter Schaar ammette che l’impresa nelle buone opportunità della “Berliner Zeitung” applica “misure investigative intensive per l’intervento rese possibili anche senza un ordine del tribunale, aggiungendo che costituzionalmente non è sostenibile“.

La separazione tra servizi di intelligence, polizia e forze dell’ordine ha fatto parte del nucleo dell’apparato di sicurezza tedesco. L’avvocato Löffelmann afferma che questa differenza verrà in qualche modo revocata con l’entrata in vigore della legge. Estendendo i poteri a semplici reati sospetti, la polizia diventerà molto più simile. La polizia può quindi utilizzare V-people per spiare le persone negli appartamenti. Gli investigatori segreti potranno anche contattare i sospetti con un falso nome tramite messenger.

Anche tra gli esperti legati alla CSU è controverso l’ estesa analisi del DNA . La legge consente l’analisi di campioni genetici per identificare il colore degli occhi e dei capelli, nonché il colore della pelle e l’età. Da questa tecnica, vengono create immagini fantasma. L’affidabilità della tecnica e la sua accettabilità etica sono molto controversi. Avvocati e attivisti per i diritti civili temono la discriminazione etnica nella loro ricerca sulla base di risultati di analisi limitati e significativi. Inoltre sollecita i requisiti chiari bavarese protezione dei dati Commissario Thomas Petri per la gestione dei dati “In particolare, manca un sistema per la cancellazione del modello di identificazione del DNA”.  A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news).

Fonti:

https://www.stern.de/politik/deutschland/polizeigesetz-in-bayern–sogar-die-gewerkschaft-der-polizei-dagegen-7986004.html

https://netzpolitik.org/2018/ab-sommer-in-bayern-das-haerteste-polizeigesetz-seit-1945/