Fingono rapimento per allontanarsi da casa: due 15enni ritrovate in un rudere spaventate e infreddolite

Hanno finto di essere state rapite ma invece, si erano nascoste in un rudere pur di non andare a scuola. E’ accaduto ad Albiate, in provincia di Monza, dove due ragazzine 15enni, per non andare a scuola avevano progettato di allontanarsi dalle loro case per qualche giorno e avevano scelto come rifugio un rudere nella campagne vicino il paese.

Non avendole viste rientrare, i genitori hanno dato l’allarme. Per fortuna qualche ora dopo una delle ragazze ha chiamato i genitori chiedendo aiuto. Le ricerche hanno portato al luogo dove si trovavano le due ragazze. Dato che il luogo era abbastanza impervio, è stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco per aiutare le “fuggitive” ad uscire dal casolare dove si erano nascoste. Erano molto spaventate, infreddolite e bagnate a causa della pioggia.

Una volta a casa hanno raccontato di essere state aggredite da qualcuno e poi rapite ma  non ricordavano nulla di come erano arrivate in quel luogo. Dopo un po’ però, le due ragazze sono state costrette a confessare che era tutto falso e che avevano organizzato da sole l’allontanamento per qualche giorno dalle loro famiglie. Ciò che ha fatto insospettire gli inquirenti è stato anche che negli zaini c’era del cibo e coperte. Un bagaglio abbastanza strano per chi si sta recando a scuola.

 

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.