Facebook, Instagram e WhatsApp non funzionano (e appartengono alla stessa azienda)

In queste ore, sia le appe che i siti di Facebook, Instagram e WhatsApp non funzionano o stanno funzionando male. Le piattaforme social risultano irraggiungibili e non è possibile pubblicare post e commenti. Prima il rallentamento, poi il blocco. Dalle ore 12 circa sono in tantissimi a registrare il malfunzionamento dei principali social, sia da computer fisso che da cellulare, e per il momento – in assenza di comunicazioni ufficiali – non sono chiare le ragioni del guasto.

I guasti sono stati rilevati soprattutto in Europa, ma il blocco riguarda anche il Sud Est asiatico e qualche zona degli Stati Uniti. Sono stati gli utenti a lamentare difficoltà di connessione e di caricamento dei profili. Secondo il sito DownDetector, che monitora le segnalazioni degli utenti nel mondo, il disservizio – localizzato inizialmente tra Stati Uniti ed Europa – si è poi concentrato soprattutto in Europa e nel sud-est asiatico, in particolare in Malesia.

Impossibile anche l’ultilizzo di WhatsApp, che dal 2014 fa parte del gruppo Facebook. L’App di messaggistica registra il maggior numero di disservizi tra Londra e Rotterdam. Roma, Milano e Palermo sono le città Italiane dove WhatsApp ha più problemi.

I social network di Mark Zuckerberg sono così di nuovo fuori servizio. Un mese fa, il più lungo blackout social della storia: ben 14 ore di disconnessione. Per il momento sono ancora sconosciute le cause del malfunzionamento. Non è la prima volta che una situazione simile accade. E gli utenti si sfogano su Twitter dove gli hashtag #facebookdown #instagramdown e #whatsappdown sono già diventati virali. Purtroppo, l’acquisizione di Whatsapp ed Instagram da parte di Facebook non sembra stata brillante, visto il traffico dati concentrati in un’unica azienda e i disservizi che, quando di manifestano, lo fanno all’unisono.

 Il down arriva a un mese dal blocco più lungo della storia dei social che per oltre quattordici ore tenne il mondo offline. Il motivo venne attribuito a un problema ai server e fu esclusa l’ipotesi di un attacco hacker. A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news). Fonti news: