Elezioni Regno Unito, maggioranza assoluta per Conservatori “uscita dall’unione Europea il 31 gennaio 2020, senza se e senza ma”

Vittoria storica e schiacciante per i conservatori del Regno Unito che nelle ultime elezioni hanno conquistato 364 seggi su 650 e il primo ministro — rieletto nel seggio di Uxbridge — può quindi contare ora su una maggioranza assoluta. Una sconfitta schiacciante per i laburisti, che si fermano a 203 seggi e mettono ora in discussione la leadership di Jeremy Corbyn:

Il trionfante Boris Johnson ordinò ai rimanenti di chiamare un secondo referendum per “metterci dentro un calzino” oggi mentre salutava la sua sbalorditiva frana elettorale. Dopo aver distrutto il “muro rosso” di Labour delle roccaforti a sostegno del congedo, il Primo Ministro ha dichiarato di aver ricevuto un “potente” voto di fiducia da parte del popolo britannico e avrebbe lavorato “giorno e notte” per ripagare la loro fiducia. Ha detto che la disfatta elettorale aveva finalmente risolto il problema della Brexit, dicendo che andare avanti era ora “la decisione irresistibile e indiscutibile del popolo britannico“. E in un netto messaggio a coloro che hanno spinto per una nuova replica del concorso Brexit 2016, ha dichiarato: ‘Ecco. Metti una calza nel megafono. ‘ Ha scherzato: ‘Facciamo Brexit. Ma prima, facciamo colazione”.Johnson ha detto che la Brexit si verificherà il 31 gennaio 2020, “senza se e senza ma”. Resta da chiedersi dove siano finiti gli autori delle molteplici manifestazioni pro-Ue e pro-secondo referendum svoltosi nei mesi scorsi nei dintorni di Londra. La cosa ambigua è che, quando il popolo è giunto al voto, ha preferito in maniera schiacciante votare il partito pro-Brexit. In un certo senso, il voto di ieri ha rappresentato un secondo referendum sulla Brexit:

Il discorso rialzista agli attivisti a Westminster, seguito da una passeggiata per la vittoria in Downing Street con la fidanzata Carrie Symonds, è arrivato mentre i conservatori hanno accumulato un incredibile bilancio di 365 seggi alle prime elezioni di dicembre per quasi un secolo. Jeremy Corbyn ha annunciato stamattina che lascerà il posto di leader dopo che il laburista è crollato umilmente a 203 – in calo di 59 nel 2017. Ma Corbyn ha spazzato petulante attacchi “disgustosi” da parte dei media su di lui, dicendo che credeva ancora che la sua piattaforma della sinistra dura fosse “popolare” e incolpava la Brexit di impedire il “normale dibattito politico”. Ha chiarito che rimarrà acceso per un periodo di “riflessione” mentre viene selezionato un sostituto. Ma i suoi furiosi backbencher hanno già segnalato che vogliono un cambiamento nella direzione politica che scatenerà una guerra civile, avvertendo che potrebbero esserci “20 anni di dominio Tory”. Video (Euronews):

 

I numeri delle bombe darebbero a Johnson una grande maggioranza dei Comuni di 80, la più grande dopo la terza vittoria di Margaret Thatcher nel 1987 e più che sufficiente per adempiere al suo voto di “portare a termine la Brexit”. La percentuale di voti stimata del Tories del 45% in Gran Bretagna è la più alta raggiunta da Edward Heath nel 1970. In Inghilterra i conservatori hanno votato il 47,1 per cento al 34,3 per cento di Labour e in Galles sono stati supportati da un impressionante 36,1 per cento. Al contrario, Corbyn sembra aver guidato il suo partito alla sua peggiore performance dal 1935 e lo ha immerso in una guerra civile ribollente – nonostante i suoi alleati affermassero vanamente in precedenza che l’alta affluenza avrebbe potuto aiutarlo a tirare fuori una sorpresa. In un altro momento di grande drammaticità, il leader di Lib Dem, Jo Swinson, ha sofferto l’estrema umiliazione di aver perso il proprio posto nell’East Dunbartonshire. E ironia della sorte, il portavoce della Brexit del partito Tom Brake ha perso la sua base di Carshalton contro i Tories.

Mentre un felice Donald Trump ha twittato che sembrava “una grande vittoria” e ha messo a punto un “enorme nuovo accordo commerciale” con gli Stati Uniti, Johnson ha dichiarato a una manifestazione di vittoria a Westminster: “Vincendo queste elezioni abbiamo vinto voti e la fiducia delle persone che non hanno mai votato prima come conservatore e che le persone hanno sempre votato per gli altri partiti. ‘Quelle persone vogliono cambiare. Non possiamo, non dobbiamo, non dobbiamo deluderli. “E nel fornire il cambiamento anche noi dobbiamo cambiare. “Dobbiamo riconoscere l’incredibile realtà che ora parliamo letteralmente di un partito conservatore di una nazione per tutti, da Woking a Workington, da Kensington, sono orgoglioso di dire a Clwyd South, da Surrey Heath a Sedgefield, da Wimbledon a Wolverhampton.” Ha aggiunto: “Il Parlamento deve cambiare in modo che noi in Parlamento stiamo lavorando per voi il popolo britannico”. Parlando al suo conteggio a Uxbridge e South Ruislip in precedenza, ha detto agli entusiasti sostenitori, tra cui la fidanzata Carrie e il loro cane Dilyn, che non aveva voluto convocare le elezioni di dicembre ma il risultato era “storico”. E in seguito a un discorso al personale della CCHQ, Johnson ha dichiarato: “Dobbiamo capire ora che terremoto abbiamo creato. ‘Il modo in cui abbiamo cambiato la mappa politica in questo paese. ‘Dobbiamo affrontare le conseguenze di ciò. Dobbiamo cambiare il nostro partito. Dobbiamo salire al livello degli eventi. Dobbiamo raccogliere la sfida che il popolo britannico ci ha dato “.

I conservatori ottennero un enorme colpo di stato assicurando il collegio elettorale simbolico di Workington, ribaltando una maggioranza di 3.000 per trionfare di 4.000 voti con uno swing del 10%. Hanno anche rovesciato una maggioranza di 8.000 per strappare per la prima volta l’ex area mineraria di Blythe Valley nel Northumberland dalla presa di Labour. Il candidato del partito ha vinto con 700 voti dopo essersi assicurato un incredibile swing del 10,2 per cento in quello che teoricamente era solo 85 ° nella lista dei target. Ci furono guadagni strabilianti nel vescovo Auckland – che non aveva mai eletto un parlamentare conservatore in 134 anni – e la vecchia roccaforte di Sedgefield di Tony Blair.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.