Dal 18 maggio si alle cene con gli amici della stessa regione, stop ad autocertificazione cartacea.

Si alle cene con gli amici e addio a certificazione scritta: queste le anticipazioni di alcune testate giornalistiche italiane in merito alle nuove misure governative a partire dal prossimo 18 maggio 2020:

Il governo italiano sarebbe infatti pronto ad un ulteriore allentamento delle misure restrittive di contenimento del Coronavirus. Da lunedì 18 maggio 2020 riapriranno non solo bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici ma verrà lasciata maggiore libertà negli spostamenti all’interno della stessa regione, oltre alla possibilità di vedere gli amici e di spostarsi verso le seconde case se all’interno della regione di residenza. Per queste iniziative, si valuta lo stop all’autocertificazione. Ma attenzione:

Chi volesse cenare con i propri amici, non potrà ordinare da uno dei tanti menu a cui eravamo tutti abituati appena seduti in comitiva nel pub. Stando alle nuove disposizioni, infatti, i menù dovranno essere monouso – anche se si tratterebbe di una scelta poco ecosostenibile – oppure il locale dovrà essere riempito di lavagne e lavagnette con su scritti tutti i piatti. Probabile anche il via libera ai soggiorni nelle seconde case, se si trovano nella propria regione. In ogni caso, dovranno essere necessariamente rispettate le linee guida anti-contagio: il rischio è che, con eventuali forme eccessive di trasgressione, il Governo possa decidere di ripristinare le restrizioni. Inoltre, nei prossimi giorni dovrebbe svolgersi un incontro tra i ministri Catalfo, Patuanelli e il comitato tecnico-scientifico sulle ‘regole’ per gli esercizi commerciali al dettaglio che rialzeranno le saracinesche. (Fonti: La StampaFanPageAGI )

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.