Conte: “se approvassimo MES, nuove tasse”. Meloni: “finalmente ci da ragione” ma PD e Italia viva a favore della misura UE

I soldi del Mes sono dei prestiti e non possono finanziare spese aggiuntive. Si possono coprire spese già fatte e vanno a incrementare il debito pubblico. Se prendiamo i soldi del Mes dovrò intervenire con nuove tasse e tagli di spese. Il Mes non è quella panacea che viene rappresentata e visto che la nostra situazione ha dei segnali economici è molto positiva il vantaggio in termini di interessi diventa adesso molto contenuto”. Lo ha detto ieri sera Giuseppe Conte, in conferenza stampa a palazzo Chigi, annunciando il nuovo Dpcm. “Quando facciamo questi ragionamenti dobbiamo valutare che in ogni caso avremo interessi contenuti rispetto al rischio che gli analisti colgono, si chiama ‘stigma’. Decine di Paesi hanno preso il Sure, anche noi. Il  Mes nessuno. Ecco perché io ho detto che non ho nessuna pregiudiziale ideologia sul Mes ma prendere il Mes come risolvere a una disputa nel dibattito pubblico non ha senso“, ha aggiunto. PD e Italia Viva non sembrano essere d’accordo:

“Non si può liquidare il tema con una battuta alla stampa. Il Mes va discusso in Parlamento“. A dirlo è il leader del Pd, Nicola Zingaretti, che ha commentato così la decisione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di rifiutare, almeno per il momento, i soldi del Mes, il cosiddetto fondo Salva-Stati europeo.  Secondo il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, “dicendo no al Mes Giuseppe Conte fa felici Meloni e Salvini ma delude centinaia di sindaci e larga parte della sua maggioranza. Il tempo dimostrerà come questa decisione sia un grave errore e un danno per gli italiani”.  La risposta del premier è arrivata durante la conferenza stampa sulla manovra a Palazzo Chigi:

Ieri ho chiarito perché il Mes non può essere la panacea di tutti i nostri problemi. Mi sembra di essere stato chiaro e non ritorno su questo. Non è che la questione è stata risolta ieri in conferenza stampa: ci sono le sedi opportune per parlarne”. Parole di sostegno dall’opposizione di centrodestra: Conte ci dà finalmente ragione: il Mes non è un regalo, il presunto risparmio è assai risibile e se decidessimo di prendere i prestiti del Mes i mercati ci vedrebbero come appestati. Ora speriamo che Zingaretti, Gualtieri e la stampa allineata che da tempo conducono una campagna ideologica pro Mes si mettano l’anima in pace”. È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.