Chiede la separazione ma lui l’accoltella a morte. Giovane ucraina lascia un bimbo di 2 anni

Una giovane donna di 23 anni ucraina, è stata uccisa a coltellate da suo marito, un 42enne egiziano. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che, motivo principale che ha portato l’uomo ad uccidere la 23enne, sia stato il non accettare  la richiesta di separazione della moglie.

La giovane donna, che  lascia un bambino di 2 anni, era venuta in Italia, con il marito e il bambino, lo scorso mese di  marzo per scappare dalla guerra e aveva trovato lavoro come cameriera presso un’osteria di Fano. Il corpo è stato trovato in campagna dai carabinieri e dai vigili del fuoco mentre  il coltello è stato trovato non molto lontano dal luogo del ritrovamento del corpo della donna. L’uomo è stato fermato alla stazione di Bologna nel tentativo di fuggire. E’ stato arrestato con l’accusa di omicidio.

.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.