Cadmio oltre i limiti consentiti: richiamate le seppie indopacifiche congelate, ecco il lotto interessato

Il Ministero della Salute ha segnalato sul proprio sito inernet il richiamo di un lotto di seppie indopacifiche pulite e congelate per la presenza di cadmio oltre i limiti di legge:

E’ bene ricordare che il cadmio plasmatico si lega principalmente alla metallotioneina, una proteina plasmatica contenente diversi gruppi sulfidrilici; la proteina contenente cadmio viene eliminata attraverso la filtrazione glomerulare per poi essere riassorbita dalle cellule del tubulo prossimale, nelle quali provoca tossicità. La larga quota riassorbita spiega perché nelle fasi iniziali dell’esposizione il cadmio venga debolmente escreto con le urine (escrezione comunque significativa); successive e durature esposizioni fanno sì che la tossicità sulle cellule tubulari porti all’incapacità da parte del rene di riassorbire il cadmio escreto, con cadmiuria rilevante. Il prodotto coinvolto è venduto in sacchetti da 1 kg:

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA SCHEDA DIFFUSA DAL MINISTERO DELLA SALUTE

In via cautelativa, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare le seppie con il numero di lotto segnalato e riportarle al punto vendita d’acquisto. A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.